lunedì 10 Agosto 2020
Altre aree

    Covid, test sierologici: ChiantiMutua rimborsa il 30% agli associati (e a coloro che si associano)

    L'elenco delle strutture convenzionate che effettuano i test. Sconto riservato anche a soci e clienti della banca che decidono di associarsi alla mutua

    SAN CASCIANO – Ormai da giorni è possibile sottoporsi a test sierologico anche da privati, a pagamento, senza passare dal Servizio Sanitario Regionale.

    Che dopo la campagna di tracciamento gratuito a tutta una serie di categorie specifiche, in collaborazione con i laboratori privati, ha dato agli stessi laboratori la possibilità di fare test direttamente.

    E così ChiantiMutua, la mutua di ChiantiBanca, ha predisposto una campagna di prevenzione per i suoi soci.

    Anzi, sia per coloro che sono già soci, sia per coloro che sono soci e clienti ChiantiBanca e chiedono di associarsi anche alla mutua.

    La campagna prevede un rimborso del 30% del costo del test sierologico.

    ChiantiMutua precisa che “i test quantitativi riportano un risultato positivo o negativo rispetto alla presenza degli specifici anticorpi; i test qualitativi riportano anche un indicatore numerico della presenza degli specifici anticorpi”.

    Chi è già socio può accedere all’area riservata su www.chiantimutua.it/campagnacovid. Altrimenti è attivo anche un numero verde: 800265657.

    Le strutture convenzionate

    • Misericordia Di Campi Bisenzio

    • Istituto Diagnostico Santo Stefano – Prato

    • Salus Medica – Firenze

    • Nuova Igea – Firenze

    • Curami – Siena

    • Punto Prelievo – Bioscienze

    • Punto Prelievo – Studi Medici Arcobaleno

    • Punto Prelievo – Via San Bartolo

    • Punto Prelievo – Via Bessi

    • Punto Prelievo – Misericordia di San Casciano

    • Punto Prelievo – Misericordia di Sesto Fiorentino

    • Punto Prelievo – Misericordia Tavarnelle

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino