spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 20 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Il nostro grazie, di cuore, al reparto maternità dell’ospedale di Campostaggia, a Poggibonsi”

    "Siamo i genitori di Gioele dato alla luce nel vostro ospedale 14 mesi fa. E' vero, è passato più di un anno ma la voglia di ringraziare non è svanita..."

    POGGIBONSI – Riceviamo e pubblichiamo questo bel ringraziamento al dipartimento di maternità del quale fa parte il reparto di ostetricia e neonatologia dell’ospedale di Campostaggia, di Poggibonsi.

    Maternità che rappresenta un punto di riferimento anche per molti dei nostri comuni, in particolare Castellina in Chianti, Barberino Tavarnelle, fino a San Casciano.

    “Vorrei dire loro grazie – ci dice la mamma che ci ha scritto, Gaia – per l’accoglienza e l’umanità ricevuta durante i giorni di permanenza dopo la nascita del nostro secondogenito”.

    Siamo i genitori di Gioele dato alla luce nel vostro ospedale 14 mesi fa.

    E’ vero, è passato più di un anno ma la voglia di ringraziare non è svanita tra una poppata e l’altra, tra un pannolino e l’altro, tra un pianto e l’altro… .

    Pertanto siamo qui a scrivere queste poche righe per dire semplicemente grazie.

    Grazie di cuore per tutte le attenzioni che abbiamo ricevuto a partire dalle ostetriche che ci hanno sostenuto nel tentativo di far nascere Gioele naturalmente, dalla nostra ginecologa Chiara Voltolini che ha eseguito l’intervento di parto cesareo all’intero equipe presente in sala operatoria.

    Un lavoro di squadra impeccabile.

    Un ringraziamento veramente speciale lo dedichiamo alle infermiere del nido che con la loro comprensione e competenza hanno trovato sempre parole giuste per incoraggiarci durante la degenza (che ahimè si è prolungata qualche giorno in più del previsto) e rassicurato rendendo i problemi legati ad essa più leggeri e sopportabili.

    Sono state il faro in mezzo alla tempesta quando la stanchezza e lo sconforto prendevano il sopravvento, in un ambiente particolarmente intimo e familiare.

    In particolar modo vorremmo citare le infermiere Monica e Roberta per la loro sensibilità, solarità, empatia e doti umane che con naturalezza hanno trasmesso a tutta la nostra famiglia.

    Perché in questi casi, soprattutto quando noi neo mamme siamo investite da uno tsunami (vogliate passarci il termine) di emozioni e ormoni,  sentirsi persone e non numeri fa davvero la differenza.

    Concludiamo augurando a tutti i futuri genitori, non solo mamme, di avere il privilegio di incontrare nel loro percorso di nascita medici, ostetriche ed infermiere come  è capitato a noi.

    Un augurio di buon lavoro e buon anno a tutti voi.

    Gaia e Gabriele, genitori di Giulia e Gioele

    P.S. Questo breve ringraziamento accompagna un piccolo pensiero ma fatto col cuore che verrà donato al reparto di neonatologia con l’ augurio di buona vita a tutti i piccolini e ai loro genitori.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...