spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 11 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nuovo DEA del San Giovanni di Dio (con dentro il pronto soccorso pediatrico): si presenta il progetto

    Un investimento complessivo pari a circa 27 milioni di euro, fondamentale per tutta l'area di Scandicci, le Signe, ma anche per comuni come San Casciano e Impruneta

    FIRENZE – Anche l’ospedale San Giovanni di Dio, Torregalli, va verso un nuovo pronto soccorso.

    Lo stato di avanzamento del progetto del nuovo DEA, che al suo interno accoglierà anche il nuovo pronto soccorso pediatrico per un investimento complessivo pari a circa 27 milioni di euro, sarà presentato sabato 1 agosto alle 11 presso l’Aula Muntoni, 1° piano ospedale San Giovanni di Dio, via Torregalli 3 (Firenze).

    Partecipano alla presentazione: l’assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi, il sindaco di Scandicci, Sandro Fallani e il sindaco di Lastra a Signa, Angela Bagni.

    Saranno presenti per l’Azienda Sanitaria: Simone Naldini, Direttore presidio ospedaliero San Giovanni di Dio. Gianfranco Giannasi, Direttore Area Medicina D’Urgenza. Luca Meucci, Direttore Area Manutenzione e Gestione Investimenti Area Firenze.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...