spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Licenziamenti CementirSacci: interrogazione parlamentare di Lorenzo Becattini

    Il deputato del Pd: "Ho chiesto al Governo che si adoperi per favorire la massima concertazione"

    GREVE IN CHIANTI – Sulla crisi senza fine della CementirSacci di Testi, che nel periodo delle feste di Natale ha visto partire le prime 15 lettere di licenziamento, alza l'attenzione anche il deputato del Partito democratico Lorenzo Becattini.

     

    Membro della Commissione Attività produttive della Camera, Becattini ha presentato un'interrogazione parlamentare per fare chiarezza sulla crisi occupazionale che sta attraversando tutto il gruppo CementirSacci, con ripercussioni tangibili sui lavoratori dello stabilimento produttivo di Testi.

     

    Nel corso dell'ottobre 2016 infatti, Cementir ha avviato le procedure d'esubero per 260 persone a livello nazionale, di cui 32 riguardanti il personale dell'impianto CementirSacci di Testi.

     

    # ARTICOLO 1 / Cementificio Sacci: consegnate le lettere di licenziamento ai primi 15 lavoratori

     

    # ARTICOLO / Licenziamenti Sacci, i sindaci: "Faremo tutto quello che è nelle nostre possibilità"

     

    CEMENTIRSACCI – Lo stabilimento di Testi, al Passo dei Pecorai

     

    "Esprimo anzitutto – è la premessa del deputato – la mia vicinanza ai lavoratori dell'azienda ed alle loro famiglie in un momento particolarmente difficile per il futuro lavorativo di tanti di loro. Ho apprezzato il lavoro che le amministrazioni locali, la Regione, i sindacati stanno facendo su questa crisi occupazionale e che si è concretizzato con la richiesta di apertura di un tavolo al Ministero dello Sviluppo Economico".

     

    "All'ultimo incontro del 19 dicembre 2016 tuttavia – rimarca – non è seguito un accordo che permettesse la salvaguardia degli esuberi previsti a livello nazionale".

     

    "Per questo motivo – conclude – ho presentato un'interrogazione al Governo chiedendo che si adoperi con tutti gli strumenti a sua disposizione per favorire una positiva concertazione fra azienda, sindacati ed enti locali volta alla più ampia tutela dei lavoratori della CementirSacci".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...