spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Cintoia, recuperata una delle auto travolte dal rio Sezzate. Di un’altra si sono perse le tracce

    All'appello mancano anche due ciclomotori e macchinari da giardinaggio: questo fa capire la violenza con la quale l'acqua ha colpito in questa zona

    CINTOIA – E’ stata recuperata nel primo pomeriggio di oggi, dai vigili del fuoco, una delle due auto che lunedì 15 agosto sono state trascinate via dalla violenza del rio Sezzate.

    Siamo nella valle di Cintoia, nel comune di Greve in Chianti: e qui, come abbiamo raccontato ieri, il nubifragio di Ferragosto ha colpito come un maglio.

    # Nubifragio di Ferragosto, un “fronte” anche a Cintoia: famiglie fuori casa. Travolte due auto e un ponte

    Il lavoro dei vigili del fuoco si è concluso attorno alle 14.30.

    E’ stata ripristinata anche una connessione elettrica provvisoria per le case coinvolte dalla piena.

    In alcune manca ancora l’acqua corrente nelle condutture.

    Infine, per capire la violenza con la quale si è ingrossato il borro, portando via di tutto, mancano ancora all’appello un’auto, due ciclomotori e vari macchinari da giardinaggio.

    Dispersi chissà dove a valle.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...