spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 17 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    FOTO / Commemorazione caduti e ritrovo reperti: prosegue alla grande l’Estate al Poggio alla Croce

    Domenica Santa Messa e deposizione corona al monumento ai caduti; sabato la proiezione del documentario girato sui Monti Scalari alla ricerca di reperti di guerra

    POGGIO ALLA CROCE (GREVE IN CHIANTI-FIGLINE INCISA) – Prosegue alla grande l’Estate al Poggio alla Croce, la serie di eventi che anima la frazione a metà fra i comuni di Greve in Chianti e Figline Incisa.

    Che vede sempre al centro la Società di Mutuo Soccorso.

    Ieri, domenica 10 luglio, Santa Messa con la sindaca di Figline e Incisa Valdarno Giulia Mugnai e l’assessore ai lavori pubblici di Greve in Chianti Stefano Romiti.

    Con seguente commemorazione al monumento ai caduti.

    Sabato 9 luglio invece, serata con Paolo Giovanardi detto “Gibba”, l’assessore alla cultura di Figline e Incisa Valdarno Dario Picchioni, Luigi Remaschi di ANPI Bagno a Ripoli.

    Serata dove vi è stata grande partecipazione e coinvolgimento (con tante domande) dopo la proiezione di un documentario girato sui Monti Scalari, alla ricerca di reperti inerenti alla seconda guerra mondiale, rimasti in queste colline prima della liberazione di Firenze.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...