spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Blitz nella notte al Banco Fiorentino di Panzano in Chianti: ladri in azione

    Porta sfondata e cassa "cash in" presa e aperta per strada: simile a quanto accaduto giorni fa a Sambuca

    PANZANO (GREVE IN CHIANTI) – Ancora un furto in uno sportello bancario nel territorio del Chianti fiorentino. Con modalità molto simili.

     

    Stavolta è toccato allo sportello del Banco Fiorentino a Panzano in Chianti, alle porte del centro del paese. Con dinamiche simili a quanto accaduto alcuni giorni fa allo sportello ChiantiBanca di Sambuca (Barberino Tavarnelle).

     

    # Furto alla filiale ChiantiBanca di Sambuca, trovate abbandonate le casseforti

     

    Nella notte fra mercoledì 29 e giovedì 30 gennaio, ignoti hanno sfondato la porta, preso il "cash-in", la cassaforte che hanno i cassieri, e l'hanno portata per strada.

     

    Lì, incuranti dell'allarme e dell'aver svegliato tutti i vicini (che hanno chiamato le forze dell'ordine) hanno rotto la cassa, preso i soldi e sono scappati.

     

    I carabinieri sono arrivati sul posto quando i ladri, ovviamente, non c'erano più. Il blitz infatti è stato fulmineo, come accade in questi casi. Le indagini sono in corso e affidate ai militari dell'Arma.

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...