domenica 5 Luglio 2020
Altre aree

    Incontro in piazza sulla richiesta di Metaenergia per la costruzione di una nuova centrale elettrica

    L’iniziativa si terrà all’aperto, in piazza Matteotti a Greve in Chianti, giovedì 2 luglio alle ore 21,15, con posti a sedere distanziati nel rispetto delle misure anti Covid

    GREVE IN CHIANTI – Il Comune di Greve in Chianti organizza un evento pubblico a conclusione del percorso partecipativo sulla richiesta di Metaenergia per la costruzione di una nuova centrale finalizzata alla produzione di energia elettrica alimentata a gas naturale nell’area di Testi.

    L’incontro si terrà giovedì 2 luglio alle ore 21.15 l’incontro promosso dall’amministrazione comunale in piazza Matteotti per consentire agevolmente la partecipazione del pubblico.

    “L’iniziativa – dichiara il sindaco Paolo Sottani –  ripristina l’appuntamento dei primi di marzo, l’assemblea pubblica che era stata programmata e poi sospesa per l’avvio della fase dell’emergenza sanitaria da Covid-19″.

    “Abbiamo pensato di organizzare l’evento all’aperto – prosegue il sindaco – occupando la piazza con le sedute a distanza e nel rispetto delle necessarie misure anticontagio con l’obiettivo di coinvolgere il maggior numero di cittadini”. 

    “Un importante momento di confronto e discussione – conclude – che vuole dare voce alla nostra comunità”.

    La cittadinanza è invitata a partecipare.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...