spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 30 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Contro lo scoglio”, ideato da Lorella Rotondi, si presenta il 9 maggio in Sala Hack

    GREVE IN CHIANTI – Da un’idea di Lorella Rotondi, insegnante e consigliere comunale delegato alla cultura, è nato un che rievoca la drammatica vicenda della Costa Concordia, incagliatasi sugli scogli presso l’isola del Giglio: una tragedia che ha causato 32 morti e che è ancora oggetto di indagini da parte della magistratura.

     

    Si chiama "Contro lo scoglio" il libro-album illustrato che verrà presentato venerdì 9 maggio alle 17 in Sala Margherita Hack, a Greve in Chianti.

     

    Alla presenza della stessa Rotondi, delle altre autrici Laura Nicoloso e Karin Martin (la versione inglese, "Against the rock", è di Silvia Ganzitti, la postfazione del professor Livio Sossi), dell'editrice Maura Pantani, dell'illustratore Daniele Frattolin, del presidente del Rotary Club San Casciano Chianti Patrizio Giaconi.

     

    Non è la prima volta che Lorella Rotondi affronta tematiche di impegno civile e sociale, trattate anche nell’ottica di una didattica inclusiva.

     

    Sollecitate dalla proposta della Rotondi Laura Nicoloso, Karin Martin e Silva Ganzitti hanno provveduto alla stesura definitiva del racconto utilizzando i versi: un lavoro collettivo che ha impegnato le autrici in un vivace confronto dialettico sulle scelte contenutistiche e lessicali: come raccontare ai bambini la storia della Concordia.

     

    Le autrici hanno scelto inediti punti di vista narrativi: a raccontare il dramma della Concordia è infatti un gabbiano che si tuffa nel mare e segue la nave fin quando urta violentemente contro lo scoglio, e alla voce del gabbiano si aggiunge poi quella della sirena.

     

    Il mondo degli uomini che si trovano in crociera è visto con l’occhio degli animali del mare che osservano quanto avviene sulla nave e dialogano con il gabbiano: uno sguardo curioso e divertito prima, serio e preoccupato dopo l’urto che provoca uno squarcio nello scafo e rende stranita la sirena.

     

    La moquette nella sala giochi della Concordia è rossa, mentre il nero che avanza è la paura che accomuna ed opprime uomini e animali. “L’ombra nera resta. Ci schiaccia la testa”. Ora il nero e il rosso non sono più un gioco. E diventano metafora del sangue e della morte. Tutto è buio.

     

    Le autrici hanno scelto di raccontare gli interiors, i pensieri, le azioni che precedono il terribile impatto con lo scoglio, e lo hanno fatto appunto con il linguaggio delle emozioni, in un’opera che è corale: un canto che si eleva per esprimere la cultura della solidarietà e dell’accoglienza… .

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...