mercoledì 14 Aprile 2021
Altre aree

    Riccardo “Reynor” Romiti: anche l’amministrazione comunale grevigiana lo ha celebrato

    Campione mondiale di Starcraft 2 a soli 18 anni. Il vicesindaco Lorenzo Lotti: "Il suo approccio positivo e ottimista alla vita può essere considerato un esempio per i più giovani"

    GREVE IN CHIANTI – Ieri vi abbiamo raccontato la storia di Riccardo Romiti, grevigiano, appena 18enne, laureatosi campione mondiale di StarCraft 2, in occasione della sfida Intel Extreme Masters Katowice che si è disputata e conclusa la scorsa domenica in rete tra i videogamers più abili di tutto il globo.

    # Riccardo “Reynor” Romiti: a 18 anni, dalla sua camera a Greve in Chianti, ha conquistato il mondo

    Nell’impegno e nella determinazione ha trovato il punto di equilibrio con l’amore per l’informatica trasferito nello studio e nel videogioco.

    E’ bastata l’immagine di StarCraft 2 per incantare Riccardo dall’età di 8 anni. Da quel momento in poi è stato tutto un crescendo di vittorie ed emozioni fino alla conquista del podio più agognato.

    Una sfida complessa cui hanno partecipato 24 giocatori talentuosi, giovani e adulti, provenienti da oltre 8 diverse nazionalità del mondo.

    Riccardo Romiti, che prima del Coronavirus, viaggiava tra Europa e Oriente per lanciarsi nelle strategie dei diversi tornei, ha sbaragliato gli avversari più temibili senza muoversi di casa, dalla postazione attrezzata della propria stanza.

    Ne è uscito trionfante, con un primato da mettere in cornice, quello di essere il più giovane e l’unico giocatore italiano ad aver ottenuto il titolo in questa disciplina.

    L’amministrazione comunale ha organizzato una cerimonia in solitaria, nella sala consiliare del palazzo comunale, per rivolgere a Riccardo Romiti le congratulazioni ufficiali e un’attestazione di stima da parte di tutta la comunità.

    Ad esprimere soddisfazione per la vittoria del grevigiano sono stati il vicesindaco Lorenzo Lotti e gli assessori Ilary Scarpelli e Paolo Stecchi.

    “Riccardo è soprattutto un campione di determinazione, adopera forza di volontà, sacrificio e intelligenza per realizzare i propri obiettivi – hanno commentato gli amministratori comunali – il suo approccio positivo e ottimista alla vita, soprattutto in questo momento, può essere considerato un esempio e uno stimolo, rivolto ai coetanei, ad investire nelle capacità e nelle qualità che ogni ragazza e ragazzo possiedono e che al momento giusto sapranno far affiorare”.

    “Il messaggio di fiducia del nostro campione – hanno concluso – è che è fondamentale aprirsi al mondo degli adulti da persone attive e curiose, credendo in se stessi e portando avanti le passioni che ci fanno sentire vitali, che destano interesse in ciò che ci circonda”.

    “Prima viene la scuola poi StarCraft – ha rivelato Riccardo – ho sempre messo al primo posto lo studio e devo dire che anche grazie al videogame sono riuscito ad affinare la mia capacità di concentrazione, elaborare le strategie nella costruzione delle città e delle linee difensive, prevenendo le reazioni dell’avversario, mi ha dato ulteriori strumenti nella scuola, soprattutto per memorizzare e comprendere le nozioni e collegare trasversalmente le materie. StarCraft 2 mi ha permesso anche di imparare perfettamente l’inglese”.  

    Tutti in famiglia sono suoi fans e non hanno mai ostacolato il percorso di videogamer.

    “L’uso dei social e della rete in genere va fatto con moderazione – ricorda Riccardo – come tutte le cose, l’importante è non esagerare, per quanto mi riguarda trascorro solo due ore al giorno all’allenamento di StarCraft 2, mi piace viaggiare e conoscere posti e persone nuove, tanti sono gli amici sparsi per il mondo con cui ho allacciato rapporti di amicizia che vanno oltre il gioco on line”. 

    Alla domanda cosa sogna per il suo futuro Riccardo risponde senza esitare. “Vorrei continuare a giocare da professionista, cosa c’è di più bello che fare ciò che amiamo e poterci vivere?”.

    Il videogioco StarCraft 2

    StarCraft 2 è un gioco di strategia in tempo reale, ambientato in un lontano futuro, dove i terrestri e due popoli alieni si contendono il dominio dell’universo.

    Il giocatore sceglie uno dei popoli che ha caratteristiche di gioco diverse l’uno dall’altro e costruisce strutture ed altre unità di gioco grazie alle risorse raccolte sulla mappa.

    L’obiettivo è utilizzare al meglio le strutture per combattere e sconfiggere l’avversario.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...