spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Viaggio Erasmus. Studenti grevigiani in Germania, cittadini europei per la tutela delle api

    Il progetto, frutto della collaborazione tra Comune e scuola, ha coinvolto 33 studenti della scuola secondaria di primo grado di Greve in Chianti

    GREVE IN CHIANTI –  Si è realizzato il primo viaggio a Veitshöcheheim delle classi 3A e 3C dell’Istituto comprensivo di Greve in Chianti previsto dal progetto Erasmus+ sul tema della biodiversità e della tutela delle api “Protection of the environment and biodiversity using example of bees”.

    Il progetto, finanziato nel 2020 dall’Unione europea e sostenuto dalle amministrazione comunali di Greve in Chianti e di Veitshöchheim nell’ambito di un gemellaggio ormai trentennale, contraddistingue l’Istituto Comprensivo di Greve, scuola a indirizzo linguistico, che investe da oltre 15 anni sulla diffusione delle culture e delle lingue straniere attraverso progetti di scambio e di certificazione linguistica secondo il Quadro di Riferimento Europeo.

    “E’ stata un’esperienza straordinaria – nota la professoressa Cristina Turchi, coordinatrice e attuatrice del progetto – che si è potuta svolgere dopo due anni di attesa con videocall, scambi di corrispondenza e chat sulla piattaforma eTwinning”.

    Trentatré alunni di Greve, accompagnati dai docenti Cristina Turchi, Patrizia Acquistapace, Letizia Ulivi e Andrea Cardinali, hanno potuto condividere l’esperienza culturale entrando direttamente nei vari aspetti della vita sociale della città.

    In Germania il gruppo ha soggiornato per una settimana presso le famiglie di Veitshoechheim, caratterizzato da un territorio simile a quello del Chianti, costellato di vigneti e campi di colza, attraverso visite guidate allo Hofgarten e al centro del paese.

    I ragazzi hanno visitato la città di Norimberga, hanno attraversato il fiume Meno fra Veitshöchheim e Würzburg e visitato la fortezza di origine medievale e il Mittelpunkt der UE.

    Il soggiorno si è concluso con una festa di saluto presso la Mittelschule Veitshoechheim, organizzata dalla scuola e dai genitori degli alunni tedeschi e vivacizzata da un concerto di un gruppo di alunni della scuola di Greve.

    Il viaggio è scaturito dal percorso didattico che ha previsto un lavoro condiviso sul tema della tutela delle api.

    Gli alunni hanno fatto visita al più grande centro per l’apidologia e l’apicoltura della Baviera, l’Istitut für Bienenkunde und Imkerei di Veitshöchheim.

    “Sulla base degli apprendimenti in classe – precisa l’insegnante – con lezioni dedicate agli ecosistemi, alla tutela ambientale, alla sua biodiversità e al mondo delle api, tenute dai docenti di scienze, gli alunni hanno realizzato alcuni materiali come un video in stop motion in lingua inglese, visibile sulla homepage del sito dell’istituto comprensivo di Greve in Chianti e un filmato con la tecnica del debate inscenato dagli alunni tedeschi ma sottotitolato in italiano”.  

    “E’ un’occasione importante per imparare le lingue – dichiara l’assessore alle Politiche educative Maria Grazia Esposito – e avvicinare i ragazzi ad una coscienza europea di unità, condivisione, rispetto delle differenze e di un bene comune, l’ambiente con la sua biodiversità”.

    “Il lavoro multidisciplinare – fa eco il sindaco Paolo Sottani – nasce dalla sinergia fra istituzioni, scuola, associazioni e famiglie, in linea con i migliori progetti europei”.

    L’obiettivo è quello di far sentire studenti e docenti parte di una comunità estesa, che contribuisce al benessere collettivo e allo stimolo di una coscienza europea sempre più urgente e necessaria oggi.

    Le classi continueranno a lavorare insieme a distanza tramite la piattaforma eTwinning per poi incontrarsi di nuovo a Greve in Chianti a luglio per l’ultima fase del progetto che prevede la realizzazione di un calendario e di una brochure dedicati al mondo delle api.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...