spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Vino al Vino”: da venerdì 16 a domenica 19 settembre… ritorno nel cuore di Panzano in Chianti

    L'edizione 2022 segna la piena nornalità, con gli stand allestiti in piazza Gastone Bucciarelli, il cuore storico della manifestazione. Tutte le info per partecipare

    PANZANO (GREVE IN CHIANTI) – Un ritorno alla tradizione che emoziona, da vivere come fosse una seconda… prima volta: da venerdì 16 a domenica 18 settembre,ogni azienda che compone l’Unione Viticoltori di Panzano in Chianti avrà uno stand dedicato al centro del borgo chiantigiano.

    Attorno alla statua fontana realizzata dal panzanese Matteo Farkas saranno allestite le piccole casette in legno che accolgono le aziende, dove il visitatore potrà incontrare direttamente i produttori locali, porre loro domande, degustare i migliori vini in esposizione (Chianti Classico, Chianti Classico Riserva, Chianti Classico Gran Selezione e i Super Toscani IGT) e conoscere la tipicità di ogni bottiglia.

    Il tutto arricchito dal valore dell’incontro e di una socialità ritrovata, propria della piazza e della vita di paese chiantigiana.

    L’avvento della pandemia, infatti, ha messo a dura prova l’organizzazione di “Vino al Vino” ma ha ulteriormente accertato il dinamismo della realtà associativa, capace di non rinunciare all’evento pur variandolo nelle modalità: nel 2020 e 2021 è stata lasciata la piazza per trasferirsi direttamente nelle aziende, accogliendo il visitatore negli ampi spazi esterni.

    “Un esperimento riuscito – dicono dall’Unione Viticoltori – che, tuttavia, ridimensionava il senso corale della manifestazione e la bellezza dello star insieme. Per questo tornare in piazza significa, per noi, tornare definitivamente alla normalità”.

    L’edizione 2022 – i dettagli

    Dalla terra coltivata secondo i principi biologici, nel rispetto della sostenibilità ambientale, fino alle emozioni del vino versato nel calice.

    Un percorso curato quotidianamente dai produttori dell’Unione Viticoltori di Panzano in Chianti che raggiunge il suo apice proprio in questo periodo dell’anno.

    Settembre è tempo di vendemmia e di “Vino al Vino”, evento che contraddistingue Panzano da oltre 25 anni.

    Il visitatore potrà raggiungere piazza Gastone Bucciarelli ed acquistare allo stand di benvenuto il calice griffato “Vino al Vino”, valido per i tre giorni di degustazione. Qui riceverà inoltre un kit contenente tracolla, mappa delle aziende sul territorio, penna e brochure.

    Orari di apertura degli stand 

    Venerdì 16 settembre, ore 12-19.30

    Sabato 17 settembre, ore 11-19.30

    Domenica 18 settembre, ore 11-19

    Non è richiesta la prenotazione.

    L’Unione Viticoltori di Panzano in Chianti

    L’Unione Viticoltori di Panzano in Chianti nasce nel 1995 con un diverso nome – si chiamava allora “Unione Produttori Agricoli di Panzano in Chianti” – ed un numero ben minore di viticoltori locali.

    Da allora è cresciuta attorno alla sua manifestazione più importante e nota a livello internazionale (“Vino al Vino”) continuando annualmente a partecipare in maniera unitaria alle grandi fiere del settore e condividendo il valore della bio-territorialità che ha reso Panzano in Chianti il primo distretto biologico in Toscana.

    Attualmente le aziende vitivinicole che aderiscono al progetto sono 23. Le aziende partecipano alle attività della Unione, coadiuvati da un consiglio rinnovato ogni 3 anni e formato da 5 aziende fra le quali si elegge il presidente.

    Giovanni Battista d’Orsi

    Il neopresidente è Giovanni Battista d’Orsi, proprietario e conduttore di Casaloste che ha dato il cambio a Cosimo Gericke, titolare di Rignana. I nuovi consiglieri eletti sono: Guido Vitali (Le Fonti), Iacopo Morganti (Molino di Grace), Monia Piccini (Il Palagio), Alessandro Fonseca (Tenuta Casenuove).

    Le aziende dell’Unione Viticoltori di Panzano in Chianti: Cafaggio, Casaloste, Candialle, Castello dei Rampolla, Cennatoio, Felciano, Fontodi, Il Molino di Grace, Il Palagio di Panzano, La Massa, La Quercia (non parteciperà alla manifestazione), Le Cinciole, Le Fonti, Monte Bernardi, Rignana, Panzanello, L’Orcio a Ca’ di Pesa, Renzo Marinai, Tenuta Casenuove, Tenuta degli Dei, Vecchie Terre di Montefili, Vignole, Vallone di Cecione.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...