spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Si tratta davvero di un momento storico: lo documentiamo con le foto di Renzo Ruffoli

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – Le immagini, si sa, parlano sempre molto più di tante parole. E lo fanno ancora meglio se, come in questo caso, sono scattate da un fotografo d'eccezione come il tavarnuzzino Renzo Ruffoli, che ce le ha gentilmente concesse.

     

    Per mesi si è parlato, in particolare nella campagna elettorale per le amministrative di maggio, dei lavori di riqualificazione della piazza di Tavarnuzze: fra ieri e oggi, giovedì 18 luglio, si è avuto davvero il primo assaggio di quello che potrà diventare.

     

    In molti non hanno potuto avvertire una fitta di malinconia e nostalgia nel vedere abbattere quei pini che ormai da anni, decenni, rappresentavano una parte integrante del "panorama" tavarnuzzino.

     

    Signori, si cambia per davvero sembra dire questa prima operazione: in meglio? In peggio? A lavori finiti lo sapremo: intanto ecco la piazza di Tavarnuzze… con i pini in corso di abbattimento.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...