spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il ds Cappelletti:”Notizia che ci riempie di orgoglio. Ci aspetta una grande sfida”

    IMPRUNETA – Un’altra importante novità riguarda l’ASD Atletico Calcio Impruneta (in foto sopra la presentazione nei giorni scorsi presso lo stadio imprunetino).

     

    A un anno dalla nascita, dopo aver disputato lo scorso campionato in Terza categoria (area Firenze) ed aver scelto recentemente Fabio Failli come nuovo allenatore, la squadra si prepara a disputare il campionato 2013-2014 in Seconda categoria, in virtù dei ripescaggi effettuati dalla Figc comitato regionale toscano – Lega nazionale Dilettanti.

     

    “Questa notizia ci riempie di orgoglio – commenta il direttore sportivo Sandro Cappelletti – anche se questa sarà una sfida alquanto impegnativa. Il consiglio direttivo dell’Atletico Impruneta si prefissò come obiettivo primario quello di riportare il calcio nel capoluogo, e a distanza di un anno dalla fondazione della società, la squadra giocherà in Seconda categoria. Meglio di così…”.

     

    Intanto è stata confermata ufficialmente l’organizzazione dei corsi di scuola calcio presieduti da istruttori qualificati, che si terranno presso lo "Stadio dei Pini" di Impruneta da settembre 2013 a maggio 2014, e saranno rivolti a bambini nati dal 2001 al 2007.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...