spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 28 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Consegnata nella sede del Livorno calcio con il capitano Andrea Luci

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – Una bella serata nel nome della solidarietà. A Stagno,sede del settore giovanile del Livorno Calcio, si è tenuto un significativo incontro tra i dirigenti dell'Impruneta Tavarnuzze, società gemellata con gli amaranto, ed il capitano del Livorno Andrea Luci.

     

    L'occasione è stata data da un bellissimo gesto di solidarietà compiuto dalla società fiorentina, che durante le festività natalizie appena trascorse non ha fatto regali ai propri ragazzi, ma ha devoluto tutta la cifra prevista per le feste, più altre donazioni, alla onlus "FOP Italia" per sostenere la ricerca sulla FOP, malattia rarissima che ultimamente ha colpito il figlio del capitano della squadra amaranto.

     

    Andrea Luci, testimonial dell'associazione ha detto: "E' un gesto stupendo, ringrazio l'Impruneta Tavarnuzze che ha avuto questo pensiero. La ricerca continua e serve ancora tanta visibilità, ma ogni evento può sensibilizzare l'opinione pubblica".

     

    Alla cerimonia della consegna dell'assegno erano presenti per la società labronica il responsabile del settore giovanile Alessandro Doga ed il responsabile delle società affiliate Rinaldo Carnevali. Per l'Impruneta Tavarnuzze c'erano il vice presidente Massimo Maier, il direttore generale Giovanni Vitali, il direttore sportivo delle giovanili Fausto Gonnelli, il responsabile della scuola calcio Stefano Biotti e la segretaria Viola Padovani.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...