spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 1 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Finale al cardiopalma con il Pallò. Terzo Sant’Antonio, quarte Fornaci

    IMPRUNETA – Accompagnata dalla magistrale telecronaca di Moreno Morandi e Francesco Nidiaci, davvero eccezionali nell'intrattenere il pubblico durante la gara, alle 18.15 di oggi, domenica 8 settembre, si è chiusa la corsa dei carretti fra i quattro rioni della Festa dell'Uva di Impruneta.

     

    A dare il via e a partecipare con grande simpatia come "starter" e a farsi bonariamente prendere in giro dal duo ai microfoni, il sindaco di Impruneta Alessio Calamandrei.

     

    Al primo posto, in una finale davvero tirata fino all'ultimo metro di via Mazzini, ha vinto il rione delle Sante Marie con un carretto ispirato… ai vigili del fuoco. Secondo posto per il rione del Pallò, terzo il rione del Sant'Antonio, quarto quello delle Fornaci (condotto solo da donne).

     

    Una gara che, come ogni settembre, è stata una sorta di "battesimo" per il mese più caldo e più bello qui all'Impruneta, che si concluderà il prossimo 29 settembre con la sfilata in piazza  dei carri.

     

    In alto trovate una bellissima fotogallery di questo pomeriggio imprunetino. Per tutto il programma sel settembre imprunetino invece, clicca qui.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...