spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’ingegnere imprunetino, classe ’77, presenta il suo libro per i bambini

    Appuntamento con Matteo Lorenzini, imprunetino, classe 1977, e con il suo “Annibale: le grandi profezie” venerdì  (alle 21.15 nella biblioteca comunale, in foto)  a “Imprunetachescrive”, il progetto di presentazione degli autori locali e dei  loro libri promosso dall'assessorato alle politiche della formazione del Comune di Impruneta.

     

    Ingegnere, professore ricercatore all'Università di Tor Vergata di Roma, Lorenzini si è avvicinato alla scrittura al momento della nascita della piccola sorella Camilla. Il libro “Annibale: le grandi profezie” narra del piccolo dinosauro Annibale, protagonista del romanzo che con la sua astuzia e la sua intelligenza fronteggia nemici incredibilmente forti, combattendo e infine trionfando.

     

    La storia tracciata dallo scrittore è ben più che una semplice novella: Annibale pone e affronta la questione dell'esistenza, unendo nella figura del dinosauro l'immagine del geniale scienziato e quella più semplice ma più completa, del ragazzo davanti agli interrogatori della vita.

     

    Moderatore della serata è Antonio Pagliai della casa editrice fiorentina Polistampa mentre ospite della serata insieme a Lorenzini sarà un altro imprunetino doc: Danilo Seracini, classe 1946, allievo della maestra  Maria Maltoni.

     

    I suoi disegni, frutto della sua stessa esperienza scolastica e didattica unica nel suo genere, quale quella della scuola di San Gersolè, arricchiscono l'opera di Lorenzini e la completano, sottolineandone il valore,l'importanza fondamentale del processo di crescita e di formazione dell'animo umano.   

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...