spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Iniziata il 2 giugno, raccoglie le creazioni di dieci artigiani: visitata in particolare dai turisti

    IMPRUNETA – Continua, registrando un grande afflusso di visitatori (in particolare turisti), “La terracotta dell'Impruneta e i suoi artigiani” (nelle foto qui sopra la fotogallery), la mostra permanente che ha preso il via domenica 2 giugno sotto i Loggiati del Pellegrino, in piazza Buondelmonti.

     

    L'iniziativa, nata da un'idea degli artigiani delle fornaci e dei laboratori della terracotta imprunetini, è stata subito accolta dall'assessorato alle politiche per lo sviluppo e la promozione territoriale che ha dato il sostegno e il patrocinio del Comune, intuendo le potenzialità di una mostra che intende presentarsi come vetrina delle peculiarità delle singole aziende del territorio.

     

    Tutto ciò in un momento in cui la competizione sul mercato rende ancora più necessaria la promozione di un prodotto unico come il cotto imprunetino, elemento d'identità culturale che oggi più che mai ha bisogno di investimenti sulla qualità e sulla ricerca.

     

    Sono dieci complessivamente le ditte artigiane che attraverso l'esposizione dei propri manufatti, stanno facendo conoscere e promuoveranno una maestria artigianale che è tipica e che viene da lontano, facendo parlare per questo territorio di una vera e propria civiltà del cotto.

     

    Le proprietà chimico fisiche della terracotta di Impruneta, dalle qualità antigelive al caldo tono rosato che la rendono inimitabile, si potranno apprezzare nei giorni della mostra non solo grazie alla presenza più tradizionale di orci, vasellame e oggetti d'arredo ma anche di prodotti nuovi di design adatti ad essere inseriti anche in contesti urbani e architettonici.

     

    E' l'occasione per osservare in un unico luogo oggetti in terracotta prodotti nelle manifatture imprunetine sparse sul territorio. Le ditte artigiane che hanno promosso la mostra e che sono protagoniste con i loro prodotti sono: M.I.T.A.L Fornace; Fornace Poggi Ugo; Fornace Masini; Massimo Carbone Artigiano Terrecotte Impruneta; Artenova Terrecotte Artistiche; Ricceri Sergio Terrecotte Artistiche; Luca Vanni Terrecotte Artistiche; Pesci Giorgio e Figli; Terrecotte Alessandro Corsiani; Francesco Pesci.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...