spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 21 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Presunte offese a commercianti di Impruneta, Voltiamo Pagina: “Il sindaco riferisca in consiglio”

    "Lazzerini, che a quanto ci risulta era presente alla riunione, adesso deve assumersi le proprie responsabilità. E spiegare cosa è successo, senza scappatoie"

    IMPRUNETA – Continua a tenere banco a Impruneta la questione viabilità. Nella quale i commercianti e le attività economiche e produttive sono la prima fila delle critiche rivolte alle scelte dell’amministrazione comunale.

    Commercianti che, prima dell’assemblea al cinema Buondelmonti dove è stata selezionata una delegazione per partecipare al tavolo mensile di confronto con il sindaco Riccardo Lazzerini (qui l’articolo), avevano avuto (come CCN Il Pozzo) un incontro con lo stesso sindaco e la giunta.

    Incontro a margine del quale alcuni commercianti avevano scritto una lettera, rivolta a sindaco, giunta e consiglio comunale, nella quale affermavano di essere stati offesi, durante quel confronto, da un membro della stessa giunta (qui l’articolo).

    Quella lettera è stata ripresa dai consiglieri comunali di opposizione di Voltiamo Pagina, Gabriele Franchi e Matteo Zoppini: “Lettera nella quale viene data notizia di alcuni gravi episodi che si sarebbero verificati durante una riunione, avvenuta il 24 aprile, tra i predetti commercianti di Impruneta e l’amministrazione comunale”.

    “Basiti e sconcertati da quanto appreso – aggiungono – abbiamo protocollato una domanda d’attualità rivolta al sindaco per porre alcune semplici ma fondamentali domande. Lazzerini, che a quanto ci risulta era presente alla riunione, adesso deve assumersi le proprie responsabilità e riferire di fronte al consiglio comunale”.

    “Deve spiegarci con chiarezza come sono andate le cose – incalzano – senza cercare scappatoie o mistificazioni. Gli assessori sono nominati di fiducia dal sindaco, dunque è il primo cittadino che deve rispondere del loro operato, specialmente in vicende come questa”. 

    “Se l’assessore si fosse rivolto ai commercianti di Impruneta con le offese e le minacce riportate nella lettera – rincarano – si tratterebbe di un comportamento gravissimo e inaccettabile”.

    “I commercianti – concludono Franchi e Zoppini – che tutti i giorni con dedizione e sacrifici si prodigano per lo sviluppo del territorio, dovrebbero essere tutelati e rispettati, non certo affossati e, financo, insultati e minacciati”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...