spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    In elaborazione finanziamenti a tasso agevolato, per le prime spese, per imprese e aziende

    IMPRUNETA – La Bcc di Impruneta scende in campo al fianco di famiglie e imprese rimaste vittime delle esondazioni e alluvioni a margine della bomba d'acqua che ha colpito il territorio lunedì 21 ottobre.

     

    In particolare, l'istituto di credito cooperativo si rivolge a coloro che hanno subito danni e vivono (o hanno le sedi operative delle rispettive imprese) nei comuni di Greve in Chianti (in particolare l'area del capoluogo e del Ferrone); Impruneta (Ferrone, falciani, Tavarnuzze e Bottai); Bagno a Ripoli (specificatamente Antella e Grassina).

     

    Lo farà costruendo un finanziamento ad hoc a tasso agevolato per le prime spese per “rimettersi in piedi”. Sarà infatti costituito un plafond e ogni richiedente avrà un tetto massimo finanziabile.

     

    Inoltre, chi si rivolgerà alla banca (che ha già informato le amministrazioni comunali con cui lavora in stretta sinergia) per avere informazioni in merito, dovrà fornire l'idonea documentazione che comprovi i danni riportati dall'evento alluvionale.

     

    Sui finanziamenti si può avere tutte le informazioni in merito rivolgendosi alle filiali della Bcc di Impruneta.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...