spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Nuova viabilità a Impruneta: aspettiamo di vedere i lavori conclusi prima di criticare”

    Altra lettera al giornale sul tema del momento in territorio imprunetino: "Vedo un atto di coraggio nell'adozione di misure per cambiare la direzione di un paese bloccato nel passato"

    Gentile Direttore,

    Ho appena esaminato la lettera della signora riguardante la nuova viabilità e la mancata realizzazione degli effetti previsti.

    Vorrei esprimere la mia opinione su questo argomento.

    Ritengo che giudicare un cantiere in corso sia un compito arduo. Tuttavia, personalmente vedo un atto di coraggio nell’adozione di misure per cambiare la direzione di un paese bloccato nel passato, dove il caos regna sovrano nel centro storico.

    Il problema principale è rappresentato da un totale disordine: parcheggi selvaggi sui marciapiedi, in doppia fila e persino bloccando la circolazione stradale.

    Il sabato mattina durante il mercato, la situazione è fuori controllo. Tuttavia, perché dovremmo permettere tali comportamenti nel nostro paese?

    Nessuno si reca a Greve, San Casciano, Figline o Tavarnelle pretendendo di parcheggiare ovunque gli aggradi o di invadere le zone pedonali. Non credo proprio.

    Il problema non può essere lasciato solamente ai vigili, che sono scarsi qui come altrove.

    Già oggi vedo segni positivi: le persone entrano in paese a velocità ridotta e rispettano le regole della strada.

    Parcheggiano vicino ai negozi, sebbene alcuni parcheggi non siano esteticamente gradevoli ma risultino funzionali.

    Il commercio è in ginocchio, in un paese dove tutto è scomparso da tempo. Trovo quindi interessante il tentativo, seppur tardivo, di fare qualcosa di diverso, a partire dal recupero di una piazza invasa per tre quarti da auto.

    Vorrei concludere menzionando una variante che è stata discussa e criticata, ma che è stata costantemente ignorata a favore della corsa sfrenata attraverso la piazza.

    Quindi detto questo aspettiamo di vedere i lavori conclusi prima di criticare. E diamo il tempo al nostro paese di assestarsi.

    Saluti.

    Irene Nesi

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: redazione@gazzettinodelchianti.it

    Leggi anche...