spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Dicembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Proteste dei cittadini: Sant’Andrea in Percussina da tutelare anche per motivi storici”

    "Davanti a l'Albergaccio e alla casa di Machiavelli, la strada è ancora quella dove all'epoca il traffico era coi carri e carrozze trainati da cavalli"

    Caro direttore, leggiamo la lettera che i residenti nelle frazioni Spedaletto-Sant’Andrea in Percussina hanno inviato alle amministrazioni.

    E si torna sempre ai soliti problemi che lamentano tutti gli abitanti di agglomerati che si trovano in corrispondenza di arterie  stradali principali.

    # L’atto d’accusa di Sant’Andrea in Percussina e Spedaletto: “Siamo stati abbandonati”

    Mancanza di marciapiedi, traffico eccessivo, rumorosità.

    Per Sant’Andrea esiste un problema in più; la strada è il vecchio tracciato della Cassia romana che passa davanti a due edifici storici: l’Albergaccio e la casa di Machiavelli, dove all’epoca il traffico era coi carri e carrozze trainati da cavalli.

    Tutto è cambiato dagli anni 1950/’60 con l’avvento della motorizzazione privata e senza che quel luogo venisse salvato costruendo una strada esterna.

    Per far questo questo sarebbero ancora in tempo.

    Per il resto le soluzioni, se ci sono, le troveranno i destinatari delle missive.

    Saluti.

    R.B.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: redazione@gazzettinodelchianti.it

    Leggi anche...