spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Per un massimo di 50mila euro ad azienda, per dare un supporto in un momento delicato

    SAN CASCIANO – Accordo fra ChiantiBanca, ArtigianCredito Toscano (ACT) e CNA Firenze, che l’ha promosso, per garantire liquidità alle imprese in un momento complesso come quello attuale.

     

    Destinato a coprire l’intera provincia di Firenze, l’accordo prevede un plafond di tre milioni di euro (rinnovabile) e un importo massimo stanziabile di 50mila euro ad azienda per le operazioni di ordinaria gestione dell’attività fra cui il ripristino della liquidità, il pagamento dei vari oneri di gestione o per tasse e contributi.

     

    I finanziamenti potranno essere richiesti fino al 31 marzo 2014.

     

    Un intervento, quello di ChiantiBanca, che nasce in seguito a un incontro fra il management dell’istituto di credito cooperativo e il nuovo presidente di CNA Firenze, Andrea Calistri.

     

    "L’accordo raggiunto – spiega il presidente Calistri – è il primo passo verso la ricerca di quel credito davvero adatto alle esigenze delle imprese di cui abbiamo bisogno e che, per CNA Firenze, è uno degli obiettivi principali”.

     

    “Ciò che ci auguriamo, ora – conclude il presidente di CNA Firenze – è che la collaborazione avviata con ChiantiBanca prosegua con l’offerta di altri prodotti finanziari sempre più capaci di rispondere alle necessità del tessuto imprenditoriale".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...