spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 1 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Dopo la scomparsa dello storico docente sancascianese, il ricordo di una ex allieva

    SAN CASCIANO – San Casciano si è stretto in questi giorni attorno alla famiglia Paoletti per l'ultimo saluto a Pier Luigi Paoletti, storico insegnante sancascianese (clicca qui per leggere l'articolo).

     

    In redazione iniziano ad arrivare anche i ricordi di coloro che hanno avuto modo di conoscerlo: come questi di Maria Franchi, che ben volentieri pubblichiamo.

     

    Nel lontano 1958, quando le scuole medie non erano obbligatorie e vi si accedeva superando l'esame di ammissione, ho cominciato a frequentare la prima ginnasio inferiore (lì si chiamava ancora così) al liceo ginnasio Machiavelli, in piazza Pitti.

     

    In questo prestigioso liceo classico ho incontrato il professor Paoletti come insegnante. E che insegnante!

     

    Era assolutamente certo, e lo sono anch'io, che il bravo maestro deve trasmettere il sapere, deve dare metodo di studio, deve suscitare nello studente amore e passione per i libri, deve riuscire a stimolare la curiosità e la voglia di andare avanti. Io ho avuto tutto.

     

    Grazie professore.

     

    Maria Franchi

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...