spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Novembre 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Arci San Casciano: da venerdì 29 settembre si riaprono le danze al Dancing La Rosa

    Si riparte con tre eventi: venerdì 29 Il Talismano presenta i corsi di ballo; sabato 30 Orchestra Week-End; domenica pomeriggio Manuela Ross

    SAN CASCIANO – “E’ con enorme soddisfazione che si annuncia la ripartenza della stagione danzante al circolo Arci di San Casciano”.

    E’ lo stesso presidente del circolo, Danilo Malquori, a dare la notizia della ripartenza… delle danze al Dancing La Rosa.

    Con tre belle serate: venerdì 29 settembre alle ore 21.30 presentazione dei corsi di ballo dell’associazione Il Talismano ASD (che opera presso lo stesso circolo); sabato 30 settembre Orchestra Week-End dalle 21.30; domenica 1 ottobre Manuela Ross dalle 16.45.

    “La sala – ricorda Malquori – già ampiamente rinnovata la scorsa stagione, è stata ulteriormente migliorata inserendo un nuovissimo impianto di climatizzazione: che ne migliora la fruibilità e rende veramente piacevole l’ambiente”.

    “Per noi – rimarca – è stato un grande investimento, ma crediamo che San Casciano meriti un locale di buon livello. Che sia usufruibile dagli amanti del ballo, ma anche dai giovani che vogliamo frequentino il nostro circolo in tutta sicurezza e lontano dai pericoli di uno spostamento in città o aree a maggior rischio”.

    “Il programma 2023-2024 si annuncia molto ricco – anticipa – con tante serate di sabato, dalle 21.30 alle 1.30. E con le domeniche non stop dalle 16.45 alle 23, con orchestre di grande qualità; per questo dobbiamo ringraziare  i tanti volontari che permettono questa grande ed intensa attività”.

    “Insomma – conclude Malquori – continua l’opera di miglioramento delle nostre strutture affinché il nostro circolo, la casa del popolo, sia sempre di più… la casa di tutti”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...