spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Marzo 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Viene selezionato un giovane tra i 25 e i 35 anni interessato a fare un’esperienza formativa in Sudafrica

    SAN CASCIANO – E’ stato prorogato al 26 maggio il termine per partecipare al bando di cooperazione internazionale indetto dal Comune di San Casciano.

     

    La selezione permetterà di individuare un giovane tra i 25 e i 35 anni, residente nel territorio e interessato a fare un’esperienza formativa in Sudafrica.

     

    Un investimento pari a 3mila euro che l'amministrazione comunale ha messo a disposizione per sostenere un percorso educativo legato ai temi dell’integrazione, del volontariato e della cooperazione internazionale.

     

    Nello specifico l’esperienza si svolgerà a Pietermaritzburg (in foto)dove ha sede la Northlands Primary School, gemellata con una classe della scuola primaria di San Casciano.

     

    L’iniziativa è spromossa dal Comune in collaborazione con “Un ponte nel mondo onlus”, nell’ambito della manifestazione  “Cooperando 2014”. La durata dell’esperienza è di tre mesi.

     

    Al candidato è richiesta una buona conoscenza della lingua inglese, oltre ad uno specifico percorso di studi legato all'educazione, alle discipline umanistiche e relative alla sfera psicologica e pedagogica.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...