spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Un fiume di fango e sassi sulla Cassia a Montecapri: strada invasa dai detriti

    Primi effetti della "bomba" d'acqua caduta nel pomeriggio a San Casciano e nei comuni limitrofi

    SAN CASCIANO – Sassi, fango, detriti. Nello stesso punto, nello stesso tratto (qui quello che accadde nel 2012). La bomba d'acqua che oggi pomeriggio ha imperversato per decine di minuti a San Casciano e nei comuni limitrofi (e pensare che l'allerta meteo è dalla mezzanotte e per tutto domani…) ha già fatto danni.

     

    Siamo all'incrocio fra via di Montecapri e la via Cassia per Firenze, a poche centinaia di metri dall'ingresso-uscita di San Casciano dell'Autopalio.

     

    CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

     

    Dalla strada di Montecapri una valanga di sassi e acqua ha invaso la Cassia, creando enormi problemi alla circolazione. Del resto il fiume di fango ha interessato la strada forse più trafficata di tutto il territorio comunale.

     

    L'amministrazione comunale sancascianese ha avvisato il corpo di polizia locale e la Global Service, azienda che per conto della Città Metropolitana (titolare della strada) deve occuparsi di gestione e manutenzione.

     

    La strada non è ma stata chiusa completamente, ma i lavori si sono protratti a lungo. Quindi, sommando alla chiusura dell'Autopalio che obbligava ad uscire a poche centinaia di metri da qui, la situazione è stata a lungo molto complicata.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...