spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Capriolo investito nei pressi della chiesa di San Martino: soccorso dai volontari “Amici della Terra”

    L'auto che lo ha impattato è andata via. E' stato soccorso grazie a una famiglia di passaggio, che si è fermata ed ha avvisato le forze dell'ordine

    SAN CASCIANO – Un giovane capriolo è stato investito poco prima delle 20 di ieri, domenica 13 marzo, nei pressi della chiesa di San Martino, sulla SP12 per Cerbaia.

    L’auto che l’ha preso non si è fermata, lasciando sull’asfalto la povera bestia ferita e pezzi di vetro di un faro.

    Il caso ha voluto che di lì a poco stesse transitando per rientrare a casa una famiglia con bambini di San Casciano, che si sono imbattuti nell’animale che stava disperatamente cercando di risalire la scarpata.

    La famiglia si è così fermata, e mentre il padre avvisava i carabinieri, i bambini si sono trovati davanti a questo splendido capriolo.

    Intenerendosi e implorando il padre di aiutarlo, tanto che hanno cercato di dargli da bere nella speranza che si potesse rialzare e schizzare via nella campagna.

    Purtroppo non era così semplice. I carabinieri hanno girato la segnalazione all’Asl Veterinaria per il recupero dei selvatici.

    Così i bambini, dopo aver fatto un’ultima carezza al capriolo, sono stati accompagnati a casa, mentre il padre è rimasto ad aspettare i soccorsi da parte dei volontari convenzionati con l’Asl.

    Gli “Amici della Terra” che hanno preso in carico il capriolo per poi portarlo in una clinica veterinaria.

    “E’ stata davvero una giornata dura, con tanti interventi” hanno detto i volontari che erano in servizio dalle 6 della mattina.

    Ma che non hanno perso il sorriso e l’amore nel recuperare il bellissimo capriolo. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...