spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 29 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Saranno speciali visto che quest’anno ricorrono i 200 anni dalla nascita del Maestro

    SAN CASCIANO – Il 10 ottobre 1813 di 200 anni fa nasceva nel borgo di Roncole nel parmense il compositore Giuseppe Verdi

     

    Questo anniversario sarà degnamente commemorato anche a San Casciano, dove nei giardini di piazza della Repubblica (Piazzone) è collocato da tempo un busto dello stesso Verdi.

     

    A mantenerlo ci ha pensato uno dei tanti sancascianesi amanti del grande Maestro, Angiolino Bagnoli, che nel 2011 a proprie spese (in accordo con il Comune e con la supervisione dell’ufficio tecnico), si fece carico di restaurare il monumento.

     

    E così, arrivati all’anniversario dei duecento anni della nascita di Giuseppe Verdi, il suo estimatore Angiolino Bagnoli, assieme al Comune di San Casciano, il Corpo Musicale “Oreste Carlini” e il Comune di Busseto, domenica 13 ottobre saranno lieti di partecipare al seguente programma.

     

    Ore 11 ritrovo al monumento di Giuseppe Verdi ai giardini pubblici del Piazzone, a seguire intervento del sindaco Massimiliano Pescini, lettura dell'atto di nascita di Giuseppe Verdi, deposizione di 27 rose alla memoria del grande Maestro e delle sue opere. A conclusione breve concerto del Corpo Musicale “O. Carlini”. Naturalmente tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...