spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 16 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    ChiantiBanca, approvato il bilancio semestrale: “Utile di oltre 21 milioni netti”

    "I più importanti indicatori di bilancio confermano il buono stato di salute, che ci ha permesso di continuare a svolgere il ruolo di banca di prossimità"

    SAN CASCIANO – Il consiglio di amministrazione di ChiantiBanca ha approvato il bilancio semestrale al 30 giugno 2023 chiuso con un utile netto di oltre 21 milioni (21.170.278 euro), con un incremento del 39,4% rispetto alla semestrale dello scorso anno.

    “I più importanti indicatori di bilancio – dicono dall’istituto di credito con quartier generale a San Casciano – confermano il buono stato di salute di ChiantiBanca, che ha permesso di continuare a svolgere fino in fondo il ruolo di banca di prossimità, sostenendo l’economia dei territori e restando punto di riferimento per famiglie e imprese locali”.

    “Nei primi sei mesi dell’anno – viene spiegato – sono stati erogati cento milioni di mutui per circa 650 pratiche, di cui l’80% destinati alla compagine sociale, oltre 90 milioni per altre forme di finanziamento e oltre 800 pratiche di cessione del credito liquidate per complessivi 34,3 milioni”.

    “La vicinanza alle comunità – viene rimarcato – è testimoniata anche dalle erogazioni per sponsorizzazioni, contributi e liberalità: grazie all’impegno condiviso con la Fondazione ChiantiBanca, è stato di oltre un milione e 100mila euro l’intervento sui territori”.

    “Cresce in maniera sensibile anche il numero dei soci – viene ricordato – sia quelli di ChiantiBanca, che hanno superato quota 30.000, che di ChiantiMutua, che conta 15.600 associati (oltre 1.500 in più nel primo semestre dell’anno), oltre 18.500 assistiti e ha erogato rimborsi sanitari e sussidi per oltre 310mila euro liquidando 8.670 richieste”.

    “Le basi sempre più solide di ChiantiBanca – si specifica – vengono testimoniate anche dalla crescita dei più importanti indici patrimoniali – Cet1 ratio al 18,3% (17,5% nel 2022), Total capital al 21,0% (20,1% nel 2022) – e dalla riduzione costante e sensibile del credito deteriorato, come testimoniato dai più significativi indicatori di bilancio: il tasso di copertura è salito al 68,2% (rispetto al 65,9% al 2022), il Texas ratio è sceso al 16% (17% nel 2022)”.

    “Rispetto alla semestrale 2022 – si aggiunge inoltre – segnali decisamente positivi arrivano anche da alcuni indicatori di redditività e di efficienza: il margine di interesse è incrementato del 5,3% arrivando a 42,9 milioni, quello di intermediazione si attesta a 60,8 milioni (+1%) e il cost-income è sceso al 52,3% dal 58,2%”.

    “La nostra crescita prosegue costante – le parole del presidente Cristiano Iacopozzi e del direttore Maurizio Farnesi – con la priorità di rendere ancor più solide le basi di ChiantiBanca e sostenere il territorio secondo i valori e i principi che continuano a distinguere il credito cooperativo”.

    “Con grande soddisfazione inoltre – evidenziano – mettiamo in risalto l’impulso che arriva dal gruppo dei Giovani Soci, sempre più numeroso e sempre più attivo, come confermano gli appuntamenti organizzati in location di grande prestigio dei nostri territori”.

    “Da rimarcare, soprattutto, l’attenzione che la banca ripone in materia di sostenibilità e dei principi ESG – concludono – Un impegno che riteniamo di fondamentale importanza per proiettare la banca in un futuro fatto di qualità, in termini ambientali, sociali ed etici”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...