spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 29 Marzo 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Campoli: i cinghiali devastano il giardino della Tenuta Il Palagio

    I proprietari: "Non ci salviamo più. E i risarcimenti che ci vengono dati, sono irrisori di fronte ai danni"

    CAMPOLI (SAN CASCIANO) – Brutto risveglio per i proprietari della Tenuta Il Palagio di Campoli: quando hanno aperto la porta che dà sul giardino ben curato, si sono trovati davanti a un disastro.

     

    Nella notte un branco di cinghiali è riuscito a risalire dei gradini entrando in mezzo all’erba scavando e grufolando in cerca di cibo.

     

    "Non era mai successo prima – ci racconta il proprietario della Tenuta- proprio stamani avevamo in programma una degustazione dei nostri prodotti a un gruppo di turisti della Polonia!".

     

    Il luogo è davvero di pregio, incantevole, circondato da vigne e oliveti a due passi dal Castello e dalla Pieve di Campoli.

     

    "Purtroppo – prosegue il titolare della Tenuta – prima che arrivassero gli ospiti siamo stati costretti a preparare l’evento sul piazzale, dignitoso per carità, ma non è la stessa cosa che servire i nostri prodotti sul prato che si affaccia sul Chianti".

     

    I danni? "Come può vedere sono notevoli, dobbiamo ripiantare l’erba, non calpestarla per un certo periodo aspettando che cresca di nuovo. Ma il danno ancora maggiore lo stanno continuando a fare nelle nostre vigne, adesso sono davvero in tanti questi ungulati, tra cinghiali, caprioli, non ci salviamo più, poi ci si mettono le regole che non ci consentono di disporre la recinzione elettrica di protezione, all’altezza giusta".

     

    Per esempio? "Lungo la strada l’altezza dei fili deve rimanere bassa, quindi è logico che con tutta facilità gli ungulati riescono a saltarla, ma poi ci sono tante altre regole che andrebbero riviste. Insomma non ci salviamo più da questi animali e i risarcimenti che ci vengono dati, sono irrisori di fronte ai danni".

     

    "Poco tempo fa – concludono – i cinghiali sono addirittura arrivati a entrare nella piscina dell’agriturismo. E questo mi è costato pure una cattiva recensione. Vai a far capire a chi viene in vacanza determinate problematiche. Cerchiamo di curare al massimo ogni piccola cosa, poi ti svegli una mattina e trovi… quel che trovi".

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...