spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Domenica 2 giugno cittadinanza civica onoraria ai bambini nati in Italia da genitori stranieri

    Sono 160 le famiglie di origine straniera residenti a San Casciano invitate a “Piccoli cittadini del mondo, benvenuti a San Casciano!”, l’iniziativa che il Comune, in occasione della Festa della Repubblica, in programma domenica 2 giugno al Parco della Botte alle 10, ha organizzato per conferire la cittadinanza civica onoraria ai bambini nati in Italia da genitori stranieri, cittadini di San Casciano.

     

    Un gesto dal forte valore simbolico che testimonia l’attenzione che la giunta Pescini dedica ai temi dell’integrazione e dell’accoglienza e vuole riconoscere tutti i bambini e i ragazzi (di età 0-18), nati da genitori stranieri, come parte integrante della società e promuovere una diffusa opera di sensibilizzazione sulla comunità.

     

    “Il conferimento della cittadinanza onoraria – dice l’assessore alle politiche per l’integrazione Veronica Cei – si pone l’obiettivo di far sentire i minori stranieri "italiani" in tutti gli aspetti che compongono la vita quotidiana; in questa operazione, seppur simbolica, ci crediamo fermamente, lo consideriamo un atto che risponde ad una precisa richiesta della nostra comunità rispetto ai tanti cittadini stranieri che vivono in modo stabile nel nostro territorio; un’occasione che attesta l’impegno del Comune ad unire la nostra voce a quel coro di soggetti ed enti che, a livello nazionale, stanno sollecitando una riforma della legge n. 91/1992”.

     

    Alla cerimonia, che prevede la consegna della cittadinanza onoraria a cura del sindaco Massimiliano Pescini, interverranno Francesca Chiavacci, del comitato promotore “L’Italia sono anch’io” e il presidente del consiglio comunale di San Casciano Gianni Mazzei.

     

    “Ogni bimbo – conclude l’assessore Cei – giovane, adulto, anziano di origine straniera residente a San Casciano rappresenta una forma di arricchimento per l’identità di ciascuno di noi e per l’intera comunità di San Casciano, che già si contraddistingue per la sua apertura e il suo profondo rispetto nei confronti dei cittadini stranieri”.

     

    Sul piano demografico il numero degli stranieri residenti a San Casciano corrisponde al 10% della popolazione complessiva.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua