spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Claudia Ballini: una sancascianese a “Guess my age” da Enrico Papi (su TV8)

    Il suo racconto dell'esperienza televisiva insieme alla collega (di Montespertoli) Jessica Milaneschi

    SAN CASCIANO – È andato in onda mercoledì 18 settembre verso l’ora di cena “Guess My Age – Indovina l’età”, il game show televisivo condotto da Enrico Papi su TV8, che in puntata ha ospitato come concorrente anche una sancascianese.

    Claudia Ballini (a destra nella foto in alto), di San Casciano e la collega di lavoro Jessica Milaneschi (a sinistra nella foto in alto), di Montespertoli, hanno deciso di partecipare in coppia al gioco, che consiste nell’indovinare l’età esatta di sette personaggi aiutandosi con sei indizi diversi.

    Per ciascun personaggio fino al sesto, dopo aver stabilito a primo impatto l’età, la coppia concorrente aveva a disposizione un solo indizio (canzone, cronaca, ricordo, spettacolo, vip e zoom) per dare la risposta.

    Secondo il regolamento del gioco se si indovina l’età del personaggio, i concorrenti ricevono un bonus di 500 euro.

    Altrimenti, in caso di risposta sbagliata, a partire dal montepremi di 100.000 euro viene sottratta la cifra ottenuta dal prodotto tra gli anni di distanza dall’età corretta e una quantità crescente in euro (1.000 euro per il primo personaggio, 1.500 euro per il secondo, 2.000 euro per il terzo…).

    Claudia e Jessica sono state fortunate, perché hanno indovinato l’età di due personaggi su sei.

    Prima quella di una ragazza “che – racconta Claudia – dimostrava a colpo d’occhio tra i 25 e i 27 anni”.

    L’indizio suggeriva che era nata lo stesso anno in cui la cantante Giorgia era arrivata terza al Festival di Sanremo con la canzone “Strano il mio destino”.

    “Ricordavamo l’anno 1996 – continua Jessica – e abbiamo vinto il primo bonus rispondendo 23 anni”.

    Il secondo bonus è arrivato con il quarto personaggio, una signora della stessa età dell’attore Raz Degan.

    “Anche in questo caso siamo state fortunate – dice Claudia con un sorriso – perché io, essendo una sua fan, sapevo che aveva 51 anni”.

    Prima di arrivare al personaggio finale, la coppia aveva guadagnato 1.000 euro di bonus. Ma gli errori commessi su quattro personaggi avevano ridotto a 64.000 euro il montepremi.

    Sempre secondo il regolamento di gioco per l’ultimo personaggio i concorrenti hanno a disposizione quattro indizi con quattro possibilità di risposta.

    Se la risposta è sbagliata il montepremi si dimezza, altrimenti, oltre agli eventuali bonus accumulati, i concorrenti vincono il montepremi.

    “E qui partono le comiche – ironizza Claudia – perché alla signora in pedana avevamo dato con sicurezza 80 anni, mentre in realtà ne aveva 65. Quindi, al di là degli indizi che ci hanno proposto, tra cui la data di nascita di Milly Carlucci, continuavamo ad aggirarci intorno all’ottantina”.

    Risate del conduttore e del pubblico a parte, putroppo le concorrenti non sono riuscite a indovinare l’età dell’ultimo personaggio, perdendo il montepremi che, errore dopo errore, si era ridotto a 8.000 euro. Tuttavia, sono riuscite a portare a casa 1.000 euro.

    “È stata davvero una bella esperienza – racconta Jessica – e siamo contente di aver partecipato. Entrambe in passato avevamo tentato separatamente dei provini per altri due programmi, ma non eravamo state scelte”.

    “Allora un giorno – conclude Claudia – mentre eravamo a lavoro, abbiamo deciso di riprovare insieme ed è andata bene. Possiamo dire che l’unione fa la forza!”.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...