spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 14 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Da Tiberio, consegnati tremila euro all’associazione ABC: e in luglio, un coperto per Tommasino…

    L’iniziativa di solidarietà “Una cena da Tiberio”, a San Casciano, questo mese sarà interamente dedicata alla Fondazione Tommasino Bacciotti

    SAN CASCIANO – Prosegue con il mese di luglio l’esperienza lanciata lo scorso giugno da Tiberio, a San Casciano.

    Durante il mese di giugno, infatti, il ristorante da Tiberio ha raccolto più di tremila euro per l’Associazione ABC Bambini Cri du Chat che sono stati consegnati nella serata di giovedì 30 giugno direttamente nelle mani del presidente Maura Masini.

    L’iniziativa di solidarietà “Una cena da Tiberio” questo mese sarà interamente dedicata alla Fondazione Tommasino Bacciotti.

    La Fondazione Tommasino Bacciotti è una realtà nata dalla volontà di Paolo e Barbara, genitori di Tommasino, che nel 1999 furono travolti dalla disgrazia più grande: la perdita del loro figlio di appena due anni per un tumore cerebrale.

    Da allora Barbara e Paolo hanno deciso di convogliare le tante opere di solidarietà giunte
    dopo la perdita del loro figlio, nella creazione di un fondo permanente intitolato a “Tommasino”, dedicato allo studio e alla cura di questi tumori e all’accoglienza delle famiglie con bambini colpiti da tali patologie.

    Quindi, da Tiberio si potrà passare una serata memorabile contribuendo a una giusta causa.

    Per chi volesse aiutare la Fondazione Tommasino Bacciotti può farlo anche utilizzando la app da Tiberio nella sezione donazioni.

    App scaricabile sia da Apple store che da Google play. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...