spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 14 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Drammatico incidente in via Borromeo: ciclista 48enne impatta contro un furgone. Morto sul colpo

    Matteo Fondelli, sancascianese, una grandissima passione per la bicicletta. Un dramma per tutto San Casciano

    SAN CASCIANO – Drammatico incidente poco prima delle 7 di oggi, giovedì 20 luglio.

    Lungo via Borromeo, all’incrocio con lo svincolo che porta sulla via Certaldese direzione Ponterotto, dove ha perso la vita un uomo di Sn Casciano.

    Matteo Fondelli, 48 anni, conosciuto e stimato, con la grande passione della bicicletta condivisa con tanti amici.

    L’uomo sembra provenisse proprio da San Casciano, passato la località il “ministro” ha fatto l’ultimo tratto in discesa e, arrivato all’incrocio, il tremendo impatto con un furgone con a bordo alcuni operai che proveniva dal Calzaiolo.

    Subito gli occupanti del furgone si sono prestati verso il ciclista, è stato allertato anche il 112 che ha inviato in via Borromeo un mezzo della Misericordia di San Casciano “India” con infermiere e volontari, e la Misericordia di Barberino Tavarnelle con medico e soccorritori.

    Nel frattempo è stato allertato anche l’elisoccorso Pegaso, ma che non è arrivato in quanto per il ciclista non c’era ormai nulla da fare.

    L’impegno del medico, infermiere e volontari è stato vano, le ferite erano troppi gravi.

    Anche alcuni operai a bordo del furgone sono rimasti leggermente feriti e medicati.

    Sul posto i carabinieri della Stazione di Montespertoli e quelli di San Casciano per i rilievi.

    Mentre la polizia locale di San Casciano è intervenuta per la viabilità, molto intensa visto anche l’entrata al lavoro degli operai della vicina zona industriale.

    Siamo tornati sul luogo dell’incidente mortale: una rosa rossa in ricordo di Matteo Fondelli

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...