spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 29 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Una droga il cui consumo aumenta. Manette scattate ai polsi di due tunisini

    I carabinieri della Stazione di San Casciano da tempo stanno svolgendo attività mirate alla repressione dello spaccio di eroina, il cui consumo è notevolmente aumentato tra i giovani del territorio.

     

    Nei giorni scorsi, dopo una intensa attività investigativa, gli uomini dell'Arma guidati dal maresciallo Marco Menichelli sono riusciti a rintracciare ed arrestare O.B.M., tunisino di 46 anni e S.S., anch’egli tunisino, di 47 anni, entrambi rivelatisi i principali fornitori di giovani tossicodipendenti che da San Casciano si recano giornalmente a Firenze per procurarsi la dose giornaliera di eroina.

     

    Alcuni noti tossicodipendenti del luogo, seguiti dai militari, si sono recati nella zona del campo sportivo (viale Garibaldi), per contattare i loro pusher che sono stati tratti in arresto. I  successivi accertamenti domiciliari hanno permesso di recuperare presso l’abitazione di O.B.M. ulteriori 100 grammi di eroina mentre presso l’abitazione di S.S. sono stati rintracciati 40 grammi di analoga sostanza, oltre a vario materiale per il confezionamento e la somma complessiva di 2.000 euro, ritenuta provento dell’illecita attività .

     

    O.B.M., su disposizione del pubblico ministero è stato portato al carcere Sollicciano di Firenze mentre per  S.S.  è stato disposto il rito per direttissima, davanti al Tribunale di Firenze.
     

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua