spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    E’ sempre gravissimo l’uomo picchiato sabato 19 giugno nel cuore di Mercatale

    Tenuto in coma farmacologico presso l'ospedale di Careggi. Indagini: carabinieri della Stazione di San Casciano al lavoro senza sosta da giorni. Non si trascura alcuna ipotesi

    SAN CASCIANO – Sono sempre gravissime le condizioni del 44enne albanese picchiato selvaggiamente nella serata di sabato 19 giugno, nel cuore di Mercatale.

    # Aggredito a Mercatale: 44enne all’ospedale in condizioni disperate. Indagano i carabinieri

    Soccorso dopo che alcuni residenti lo hanno notato a terra agonizzante, è tuttora tenuto in coma farmacologico all’ospedale di Careggi.

    E’ stato trovato a terra, nel centro di Mercatale, in via Gramsci, all’incrocio con via Gualtiero Nunzi e via Antonino Caponnetto.

    I carabinieri della Stazione di San Casciano si stanno occupando con grande attenzione delle indagini, che guardano in ogni direzione possibile.

    Non vengono tralasciate ipotesi di alcun tipo, si sta lavorando (come si dice in questi casi) a 360 gradi.

    Anche la mattina dopo l’aggressione (avvenuta attorno alle 21.30 del sabato), gli specialisti del Nucleo Scientifico dell’Arma erano a Mercatale per svolgere tutti i rilievi del caso

    Al momento il capo di imputazione, ovviamente a carico di ignoti, è di lesioni gravissime.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA 

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...