spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 24 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Appello della Misericordia San Casciano: servono coperte per l’emergenza freddo

    Chi ne ha può portarle alla sede in piazzetta Simone Martini: saranno distribuite ai senza fissa dimora

    SAN CASCIANO – La Misericordia di San Casciano lancia un appello: servono coperte per l’emergenza freddo.

     

    Chi possiede delle coperte che non usa può portarle alla sede dell’Arciconfraternita della Misericordia di San Casciano, in piazzetta Simone Martini, dove troverà i Fratelli che le prenderanno in consegna.

     

    Queste saranno distribuite in accordo con il coordinamento Misericordie Area Fiorentina ai numerosissimi senza fissa dimora di Firenze.

     

    I volontari di San Casciano, come quelli di altre Misericordie, dedicano il loro tempo il sabato sera, dalle 20 alle 23, da dicembre a marzo, anche a questo servizio.

     

    Portando oltre alle bevande calde, anche le coperte per proteggersi dalle basse temperature dell’inverno.

     

    Ecco dunque l’appello per chi ha delle coperte, di portarle alla sede di San Casciano. “Dio rimeriti” è questo il motto della Misericordia per ringraziare tutti quelli che faranno questo gesto di carità.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...