spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Semi-opera in cinque atti su libretto anonimo di William Shakespeare

    SAN CASCIANO – Oggi, domenica 22 settembre alle 21 al Teatro Niccolini di San Casciano andrà in scena “The Fairy Queen” di Henry Purcell , semi-opera in cinque atti su libretto anonimo da “A Midsummer Night’s Dream” di William Shakespeare.

     

    Lo spettacolo nasce nell’ambito del progetto Opera Network, sistema innovativo di sintesi virtuosa tra alta formazione, produzione musicale e inserimento occupazionale di giovani professionisti. I partner sono numerosi e di rilievo: enti istituzionali, accademie e teatri, tra i quali Ensemble San Felice, Maggio Fiorentino Formazione, MaggioDanza, Accademia di Belle Arti di Firenze – StArt Point, Spazio Reale, Teatro Niccolini, Teatro Verdi di Pisa, F.E.S.T.A. Theatre e Kaos Balletto di Firenze.

     

    Nel territorio di San Casciano è stato attivato un articolato progetto culturale di formazione e produzione, in collaborazione con l'assessorato alla cultura e le compagnie residenti. “

     

    Questa  iniziativa – afferma l’assessore alla cultura Chiara Molducci – è stata l’opportunità di inserire nel cartellone del Niccolini un'opera di teatro musicale e proporre uno spettacolo di alto profilo legato al mondo della lirica nel nostro territorio”.

     

    La regia e i costumi sono affidati a Vivien Hewitt, irlandese, toscana di adozione, raffinata regista e affermata specialista di opera lirica; l’artista ha firmato un cospicuo numero di messe in scena in tutto il mondo, tra tutte ricordiamo Tosca, Edgar, Gianni Schicchi, Suor Angelica e Madama Butterfly per il Festival Puccini; quest’ultima è stata in tournée mondiale tra il 2000 e il 2006 e ed è stata ripresa nel 2012.

     

    La direzione musicale è curata da Federico Bardazzi, esperto barocchista che ha curato una particolare lettura donando brillantezza e raffinata pienezza alla partitura, e giocando su atmosfere festose e momenti di struggente intensità. L’Ensemble Barocco di Maggio Fiorentino Formazione suonerà su strumenti originali e vedrà la presenza di alcuni tra i migliori talenti perfezionati ai corsi di formazione affiancati da professionisti affermati a livello internazionale, nonché docenti di conservatorio.

     

    Le scene sono state ideate da Sebastiano Di Falco e Gabriele Del Medico con il coordinamento di Massimo Mattioli e Gianfranco Bresci e realizzate con il coinvolgimento del corso di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Firenze e il sostegno di StArt Point.

     

    La coreografia è di Roberto Sartori che ha lavorato con un cast formato dagli allievi dei corsi di MaggioDanza assieme a giovani professionisti della compagnia Kaos Balletto di Firenze.  Progetto di Federico Bardazzi, Carla Zanin, Marco Di Manno, Leonardo Sagliocca. Info: 055 8256380www.teatroniccolini.it. Ingresso: 5-12 euro.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...