spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 30 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il materiale portato via dal tetto della “Machiavelli” di San Casciano: circa centro metri quadri

    Se il rame è esaurito da tempo nei cimiteri del Chianti, strappato, di notte dai ladri dell’oro rosso, le razzie continuano: nei giorni scorsi toccò al cimitero del Picchirillo, a Impruneta, stavolta è toccato alla scuola primaria “Niccolò Machiavelli” in via Empolese.

     

    Furto scoperto dal geometra comunale, addetto ai lavori pubblici, Gianni Pemoni, salito sul tetto per un controllo di altra natura. Mai avrebbe pensato di trovarsi di fronte al saccheggio del rame. Un primo calcolo effettuato confermerebbe in circa cento i metri quadrati di rame portati via.

     

    "L’entità del danno ci mette in seria difficoltà – dice l’assessore ai lavori pubblici – anche perché richiede una somma che supera i 15mila euro, costringendo così l’amministrazione comunale a dirottare le proprie risorse, previste per altri interventi, al ripristino del danno".

     

    "Che in questo caso – prosegue – non si limita all’acquisto del rame rubato, ma anche alla necessità di recuperare intere parti di tetto e grondaie divelte e demolite".

     

    Il furto avvenuto sicuramente nel mezzo della notte riguarda la copertura della palestra e parte della mensa.  C’è da capire come siano riusciti a trasportare la quantità di rame, poiché l’accesso è chiuso da un cancello, e la palestra fino a tarda ora è occupata per gli allenamenti delle società sportive.

     

    "Vorrei lanciare un invito – aggiunge l’assessore ai lavori pubblici sancascianese – a tutti i cittadini a supportare l’amministrazione comunale segnalando ai nostri uffici e alle forze dell’ordine casi sospetti o situazioni anomale. Cimiteri, giardini, scuole, spazi pubblici sono un bene comune, un patrimonio collettivo che ognuno di noi deve sentire proprio e avere cura di rispettare e controllare".

     

    Del caso se ne stanno occupando i carabinieri della Stazione di San Casciano.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...