spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 2 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Gianluca Alessi, in viaggio nel mondo con la sua moto: il cerbaiolo è già arrivato in Bosnia

    E' partito il 5 giugno scorso La Pubblica Assistenza di Tavarnuzze, dove è volontario, lo sta seguendo passo dopo passo

    CERBAIA (SAN CASCIANO) – L’aggiornamento lo dà la Pubblica Assistenza di Tavarnuzze nella quale Gianluca Alessi, cerbaiolo di 24 anni, presta la sua attività di volontario.

    Gianluca, lo ricordiamo, è partito dalla piazza del Monumento, a Cerbaia, domenica 5 giugno. A bordo della sua Yamaha Ténéré 660. Per il “giro del mondo”: che vuol dire, intanto, raggiungere l’Australia.

    # Sorrisi, emozioni, lacrime: Gianluca Alessi è partito (da Cerbaia) per il suo giro del mondo in moto

    “Dopo 10 giorni di viaggio – dicono dalla Pubblica Assistenza di Tavarnuzze, che lo sta seguendo passo dopo passo – Gianluca è entrato in Bosnia”.

    “In questo breve periodo – proseguono – ha già visto posti stupendi e fatto tantissime esperienze”.

    Ne indicano alcune: “Dall’incontro ravvicinato con degli orsi, alla visita di una base dell’aeronautica militare dismessa”.

    “Dalle notti passate in tenda in isole deserte – dicono ancora – a brevi momenti di tranquillità in rifugi in montagna”.

    “Dove si è fermato a soggiornare per un paio di notti – concludono – in attesa che passasse il temporale che lo ha costretto a fermarsi”.

    Avanti Gianluca! Il mondo ti aspetta: faccene vedere un po’ anche a noi che qui, da “casa”, ti seguiamo con affetto.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...