spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Babbo, mamma e bambina: la donna sembrerebbe la più grave

    Bruttissimo incidente nel pomeriggio di sabato 17 novembre nei pressi della località “La Leccia”, la via che collega le Quattrostrade con Gabbiano, nei pressi di Mercatale.

     

    Una famiglia composta dal padre, madre, e una bambina di quattro mesi che si trovava nella carrozzina, è stata investita da un uomo, mentre passeggiava in una strada di campagna. Sembra che le ferite più gravi riguardino la mamma della piccola.

     

    Sul posto sono confluite le ambulanze da Tavarnelle e Barberino con medico e soccorritori, raggiunti da altre ambulanze della Misericordia di San Casciano, anche queste con medico e soccorritori: quest’ultima stava tornando dall’ospedale per un altro servizio.

     

    La madre, che sembra appunto essere la più grave, è stata portata via con l’elisoccorso Pegaso 2 alzatosi in volo da Grosseto, poiché l’elisoccorso di Firenze (nella foto in un'immagine d'archivio) era impegnato in altro luogo.

     

    La neonata, sbalzata fuori dalla carrozzina pare sia caduta su dei rovi, che probabilmente hanno attenuato la caduta. Tutti comunque sono stati portai via in ambulanza. L’uomo alla guida dell’auto, un fiorentino sessantenne, sembra abbia dichiarato di non avere visto le persone in transito perché abbagliato dal sole. Sul posto la polizia municipale di San Casciano per i rilievi e per capire la vera dinamica.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...