spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 23 Marzo 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Intanto… ecco le date: venerdì 16 e sabato 17 giugno torna (a Mercatale) il Campionato della Bistecca

    Decimo anno della due giorni dedicata alla ciccia delle macellerie mercataline, cotta nei bracieri accesi in piazza. Accompagnata da un buon Chianti Classico....

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Le date, intanto, sono fissate. Così che ognuno possa regolare… i propri impegni.

    Dopo la ripartenza dello scorso anno post-Covid, anche in questo 2023 si affilano coltelli e forchette, mentre arderanno le braci.

    Sì, perché venerdì 16 e sabato 17 giugno, in piazza Vittorio Veneto a Mercatale, tornerà il Campionato della Bistecca.

    Sono gli stessi organizzatori, ovvero la Pro Loco di San Casciano, a ufficializzarlo.

    “Stiamo tornando – dicono – e, quest’anno, più emozionati di sempre: il Campionato della Bistecca compie infatti dieci anni”.

    “Abbiamo preso tutto il tempo necessario – annunciano – per soffermarsi sui tanti cambiamenti previsti, nuove modifiche e tante novità per rendere il nostro evento ancora più dinamico”.

    “Ricominciare è stato difficile e bellissimo al tempo stesso – raccontano ancora – dagli errori e i successi non si può altro che migliorare”.

    “Torniamo in scena – confermano – le luci della nostra piazza si accendono per trasformarsi nella Patria della Regina Fiorentina”.

    “Mastri braciaoli, macellerie e tutti i volontari – concludono – che, ormai da dieci anni, rendono spettacolare questo evento, sono pronti a rendere indimenticabili questi due giorni. Prendete il calendario e segnate le date! Presto vi aggiorniamo con tutti i dettagli…”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...