spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 29 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Si fa il punto a un anno dalle elezioni: modera il direttore del Gazzettino del Chianti

    SAN CASCIANO – A un anno (o poco più) dall'insediamento, il sindaco di San Casciano Massimiliano Pescini e la giunta comunale fanno il punto sulla strada percorsa e su tutto il tratto che… si pare davanti.

     

    Lo faranno questa sera dal palco della Festa de l'Unità al Parco del Poggione, con una intervista pubblica coordinata dal direttore del Gazzettino del Chianti Matteo Pucci.

     

    Sarà l'occasione per parlare di tanti temi che stanno a cuore dei sancascianesi: dalla scuola ai servizi, dal turismo alla vitalità dei paesi, dall'accoglienza dei migranti a tutte quelle tematiche che anche il pubblico vorrà introdurre nel dibattito.

     

    L'appuntamento è alle 21.30 nell'area Palco della Festa de l'Unità al Parco del Poggione.

     

    "Quello che ci preme sottolineare – dicono dal Pd sancascianese – è che oggi, martedì 30 giugno, L’Unità è tornata in edicola, dopo quasi un anno dalla sua chiusura. Torna una voce storica, protagonista degli ultimi 90 anni della storia del nostro Paese, dalla lotta al fascismo alle grandi conquiste sociali del secondo dopoguerra".

     

    "Questa sera – annunciano – troverete una copia de L’Unità su ogni tavolo del nostro ristorante alla Festa, che ognuno potrà sfogliare e leggere liberamente. Perché il nostro compito è quello di diffondere e mantenere vivo un giornale che non può mancare nel dibattito pubblico nazionale e che deve tornare ad essere un punto di riferimento per il nostro popolo".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua