spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Incidente nel tardo pomeriggio del 27 settembre: il ferito trasportato al pronto soccorso

    SAN CASCIANO – Incidente lungo la via Scopeti oltrepassato il cimitero. E’ successo intorno alle 19 di questa sera, venerdì 27 settembre: un’auto con a bordo un uomo e due bambini piccoli stava transitando in direzione di Spedaletto, quando improvvisamente ha investito un uomo, sembra residente a Spedaletto, mentre stava facendo jogging.

     

    Sul posto è stata fatta intervenire la Misericordia di San Casciano con i volontari soccorritori, che hanno prestato le prime cure all’uomo. Immediatamente sono intervenuti anche gli agenti della polizia municipale per regolare il traffico, a quell’ora intenso, per poi compiere i rilievi utili per accertare la dinamica di quanto avvenuto.

     

    L’uomo, trasportato al pronto soccorso, sembra non sia grave. Immediatamente è tornato alla mente il drammatico incidente avvenuto anche questo lungo via Scopeti alle porte di Spedaletto, il 17 giugno scorso. L’uomo da quel drammatico incidente, non ha ancora ripreso conoscenza e dall’ospedale di Careggi è stato trasferito in un centro ospedaliero specializzato di Volterra.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...