spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano e studio: laboratori, pc e programmi per studenti dislessici

    Software e strumentazioni adeguate: un percorso di apprendimento destinato ai ragazzi delle medie

    SAN CASCIANO –  Laboratori, computer, software, incontri formativi per favorire l'inclusione e lo studio di bambini e ragazzi con disturbi specifici dell'apprendimento.

     

    Dopo il primo anno, realizzato in forma sperimentale, nelle scuole di San Casciano mette radici il progetto integrato “Diversi stimoli per apprendere”, frutto della collaborazione tra il Comune, l'Istituto Comprensivo e l'Associazione "Lo Scoiattolo Volante" di San Casciano.

     

    ELISABETTA MASTI – Assessore alle politiche sociali

    “Ci poniamo insieme l’obiettivo di far fronte ad un fenomeno in crescita – commenta l’assessore alle politiche sociali Elisabetta Masti – che nel nostro territorio è testimoniato da un numero consistente di bambini dislessici, oltre 150 sono i minori di cui è stato certificato un disturbo che riguarda la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto".

     

    "Il progetto – spiega ancora Masti – vuole proporre nuove prassi e sinergie tra coloro che si occupano a vario titolo dei ragazzi con disturbi dell’apprendimento. E creare nelle scuole e in luoghi pubblici specifici spazi e percorsi per il supporto allo studio degli studenti coinvolti che in questo caso sono gli alunni delle classi prime e seconde della scuola secondaria dell’Istituto Comprensivo di San Casciano”.

     

    Nello specifico il progetto prevede la creazione di percorsi formativi finalizzati alla realizzazione di laboratori pomeridiani per apprendere l'uso dei programma Anastasis.

     

    CHIARA MOLDUCCI – Assessore alla pubblica istruzione

     

    “Il progetto partirà nel mese di gennaio – prosegue l’assessore alla pubblica istruzione  Chiara Molducci – con la realizzazione di alcuni laboratori costituiti da dodici incontri aperti ai ragazzi delle prime e delle seconde classi delle medie, a ciascuno dei laboratori potranno partecipare quattro studenti che, oltre ad imparare l’utilizzo del programma Anastasys apprenderanno le modalità migliori per approcciarsi ad un testo elettronico, come riuscire a riconoscere i dati rilevanti e distinguerli da quelli superflui, insomma un metodo di studio”.

     

    Gli incontri si terranno presso la scuola secondaria Ippolito Nievo "in presenza di operatori specializzati e adeguatamente formati e con l'ausilio di strumentazioni e software specifici” specifica Molducci.

     

    Un aspetto qualificante di questa operazione che scaturisce dalla sinergia tra amministrazione comunale, scuola e associazione è la formazione rivolta non solo ai ragazzi ma anche ai docenti e ai genitori.

     

    “Il percorso formativo – aggiunge l’assessore Molducci – è articolato in due diversi e paralleli cicli di formazione: il primo è rivolto agli operatori e agli insegnanti, il secondo ai genitori. In quest’ultimo caso forniremo alle famiglie le giuste modalità da adottare e gli strumenti per sostenere i figli nel percorso di crescita e di studio”.

     

    L’associazione di San Casciano Lo Scoiattolo Volante è costituita da genitori con figli dislessici. Il progetto è curato dall’educatrice professionale Laura Dainelli.

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...