spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 17 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Le prime notizie, quel brivido lungo la schiena. E poi la tragedia diventa reale: Sara Bartoli, quanto dolore

    30 anni, mercatalina, atleta, tantissime volte l'abbiamo vista correre in quel tratto della SP92, alle Corti. Dove nel pomeriggio di ieri è stata investita

    SAN CASCIANO – Quando nel pomeriggio di ieri, mercoledì 27 luglio, in redazione è arrivata la notizia di una ragazza, giovane, investita nella zona del Tondo delle Corti, sulla SP92 Grevigiana per Mercatale, un brivido è corso lungo la schiena.

    # Dramma a San Casciano: ragazza investita sulla SP92 Grevigiana, al Tondo delle Corti. E’ morta

    Chi vive in zona, come noi, in quel tratto di strada ha sempre visto soprattutto (o forse si potrebbe dire solo) una ragazza correre. Da anni. 

    Le prime notizie, che dicevano che fosse molto grave, non hanno fatto altro che farlo aumentare quel brivido. Che, purtroppo, attorno alle 21.10, è diventato dolore profondo. Totale.

    A perdere la vita lungo quella strada, in questo torrida fine di luglio, è stata Sara Bartoli, 30 anni, residente a Mercatale.

    Sara era un’atleta. Una vera atleta. Si cimentava in una disciplina massacrante, l’OCR (Obstacle Course Race), gare su tracciati a ostacoli. Anche nel fango.

    L’avevamo raccontata tantissime volte negli anni scorsi sul nostro quotidiano sportivo, SportChianti. Aveva vestito anche la maglia azzurra.

    # Sara Bartoli, una guerriera dell’atletica: di corsa (e non solo) in mezzo… all’Inferno

    # Sara Bartoli, Lorenzo Lusini e… quella maglia dell’Italia ai Mondiali di OCR a Londra

    # L’INTERVISTA / Europei OCR in Polonia, Sara Bartoli al top: seconda migliore italiana

    Parlare di tragedia in questi casi è sinceramente riduttivo.

    E’ qualcosa di oltremodo indefinibile: porgiamo le nostre condoglianze ai familiari di Sara, non osiamo neanche immaginare tutto quello che stanno vivendo.

    E infine, come in una sorta di tragico destino, ci rendiamo anche conto che era la fine di luglio del 2011, undici anni fa, quando, a pochi metri da dove è morta Sara, un’altra mercatalina, Benedetta Mastropietro, giovanissima (aveva 19 anni), perdeva la vita in un incidente stradale.

    Lacrime su lacrime. Rimangono una intera comunità sotto choc. Il silenzio. E un groppo in gola che non accenna a sciogliersi.

    Oggi in tanti sono andati in quel tratto di strada maledetto. Legando a un palo una maglia, un fiore. 

    A Mercatale, a San Casciano, fra le tantissime persone che conoscevano Sara, nel suo ambiente di lavoro, nel mondo dello sport, incredulità e dolore non si smorzano.

    I funerali di Sara si svolgeranno venerdì 29 luglio alle 11, nella chiesa in piazza Vittorio Veneto a Mercatale.

    # L’ASD Il Gabbiano ricorda Sara Bartoli: “Esempio per generazioni di ginnaste”

    Il tratto di SP92, Grevigiana per Mercatale, in cui Sara Bartoli è stata investita nella serata di mercoledì 27 luglio

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...