mercoledì 12 Agosto 2020
Altre aree

    Liberare le rastrelliere dai rottami di vecchie biciclette. Scatta l’intervento del Comune a San Casciano

    Prevista per lunedì 6 luglio, l’operazione sarà condotta da Alia e dalla polizia locale nei punti stoccaggio di via Roma e piazza della Repubblica

    SAN CASCIANO – Liberare le rastrelliere da rottami e relitti di vecchie biciclette, abbandonate o dismesse, e ripulire le aree di San Casciano degli stalli destinati ad accogliere le due ruote.

    # La riscoperta della bici nell’uso quotidiano: ma a San Casciano rastrelliere occupate da rottami 

    Sono tre e intrecciano mobilità, ambiente e decoro gli obiettivi dai quali nasce l’operazione che la giunta Ciappi si è posta per effettuare una pulizia straordinaria intorno alle rastrelliere situate in piazza della Repubblica e via Roma.

    L’intervento ha richiesto l’emissione di un’ordinanza da parte della polizia locale che stabilisce per lunedì 6 luglio il divieto di sosta con rimozione forzata dalle 15.30 alle 16.30.

    “Chiediamo ai cittadini – dichiara l’assessore alla polizia locale Elisabetta Masti – di rimuovere le biciclette dalle rastrelliere, la maggior parte dei veicoli si trova attaccata agli stalli da molto tempo, altre sembrano essere state collocate in tempi più recenti. In ogni caso se le biciclette non verranno spostate dai proprietari procederemo noi con la rimozione coattiva, togliendo lucchetti e catene, i veicoli saranno poi depositati negli spazi del deposito comunale”.

    Le rastrelliere sono utilissime per chi si sposta sulla due ruote, cittadini e turisti, e permettono di contenere più biciclette in uno spazio limitato ma devono essere fruibili da tutti. 

    L’assessore all’ambiente Consuelo Cavallini ribadisce l’importanza di recuperare le aree delle rastrelliere che soprattutto nei mesi estivi possono incentivare l’utilizzo delle biciclette, veicoli sostenibili e rispettosi dell’ambiente.

    “Anziché lasciare le biciclette dove preferiamo – aggiunge l’assessore Cavallini – attaccate ai pali della luce, appoggiate sui marciapiedi o addossate ai muri, con la conseguenza e l’effetto di una situazione di disordine e stato di abbandono, potremmo più comodamente usare le rastrelliere, utilissimi punti di stoccaggio in grado di offrire un servizio ai ciclisti e a chi ama il trasporto in bicicletta”.

    “San Casciano è storicamente un territorio per ciclisti – conclude Cavallini – pur non sviluppandosi in piano, vissuto e abitato da cittadini italiani e stranieri che prediligono spostarsi con questo veicolo per passione o per necessità. Un elemento della vita quotidiana, il portabiciclette, che incrementa la qualità della vita legata alle funzioni del decoro urbano del paese”.

    L’operazione prevede l’intervento di Alia e della polizia locale dell’Unione comunale del Chianti fiorentino.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino