sabato 4 Luglio 2020
Altre aree

    Ultime ore di attesa per la nuova giunta: dovrebbe entrare anche Maura Masini

    La "storica" presidente dell'A.B.C. sarebbe la terza donna nella squadra del sindaco Roberto Ciappi

    SAN CASCIANO – Battute finali per la nuova giunta comunale di San Casciano, alla quale il neo sindaco Roberto Ciappi, insieme a partiti e liste che lo hanno sostenuto, sta lavorando dal 26 maggio.

     

    Una quadratura del cerchio che ha avuto bisogno di tempi medio lunghi, mentre nelle altre amministrazioni (esclusa Greve in Chianti) le "squadre" sono già state comunicate.

     

    Lunedì prossimo, 17 giugno, alle 18, al primo consiglio comunale la giunta ovviamente sarà al suo posto. E non è escluso che, comunque, venga ufficializzata prima.

     

    Accanto ai nomi sicuri di Elisabetta Masti (che sarà vicesindaco) e Consuelo Cavallini, arriva il terzo. 

     

    Ed è quello della terza donna in giunta (dove salvo sorprese non ci sarà più l'assessore uscente Chiara Molducci), che con ogni probabilità sarà Maura Masini.

     

    La presidente dell'A.B.C. Bambini Cri du Chat, storica associazione a cui tantissimi sancascianesi sono legati, dovrebbe quindi far parte della squadra di Ciappi.

     

    Alla quale vanno aggiunti altri due tasselli (si presume al maschile) che dovranno essere svelati a breve. Insieme a tutta la giunta.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...