mercoledì 14 Aprile 2021
Altre aree

    Nidi comunali di San Casciano: Open day online per illustrare spazi e attività didattiche

    Sono 64 i posti disponibili negli asili comunali di Mercatale e Cerbaia: si potrà avere un incontro da remoto con le educatrici e i coordinatori pedagogici

    SAN CASCIANO – Si sono aperti i termini per effettuare le iscrizioni ai nidi comunali Lagomago di Mercatale e Fiordaliso di Cerbaia, la cui capienza massima complessiva consta di 64 posti disponibili.

    Possono presentare domanda di partecipazione i genitori dei bambini che abbiano compiuto 6 mesi entro il 30 settembre 2021 e non abbiano compiuto i 3 anni di età entro il 31 dicembre 2021.

    “I nostri servizi educativi di qualità – dichiara il sindaco Roberto Ciappi – sono caratterizzati da ambiente adeguati e ricchi di stimoli e spazi per le diverse attività, ci avvaliamo di personale altamente qualificato, dotato di competenze professionali specifiche, che finalizza il proprio lavoro in stretto rapporto con le famiglie al benessere psicofisico delle bambine e dei bambini”.

    L’asilo nido Lagomago (via G. Nunzi, 17), in grado di accogliere 24 bambini di età minima pari a 12 mesi mette a disposizione due diverse modalità di apertura.

    La prima propone la fascia che va dalle 7.30 alle 14, la seconda si estende per l’intero arco della giornata, dalle 7.30 alle 16.30.

    Anche la struttura comunale Fiordaliso di Cerbaia (via Napoli), con 40 posti totali, di cui 6 rivolti a bambini lattanti (dai 6 ai 12 mesi), si articola nella fascia parziale e intera: 7.30-14 e 7.30 –16.30 con la possibilità di prolungare la permanenza fino alle 17.30, formula quest’ultima che il Comune potrà attivare in presenza di un numero minimo di iscritti.

    Per illustrare gli spazi e le attività didattiche il Comune ha organizzato un doppio Open day con percorso virtuale, a disposizione delle famiglie, in programma giovedì 8 e giovedì 29 aprile alle 18.

    Saranno presenti online l’assessora alle politiche educative e sociali Elisabetta Masti, i coordinatori pedagogici Paolo Borin e Chiara Bimbi, le educatrici dei nidi e il personale dei servizi educativi del Comune.

    “Gli asili nido svolgono un’importante funzione sociale ed educativa di cui è fondamentale valorizzare il rapporto tra bambini e comunità, aperto al territorio – tiene a precisare l’assessore Masti – alle famiglie proponiamo un’esperienza educativa esterna a quella del contesto familiare, ai bambini un percorso di sviluppo che consente loro di acquisire abilità, conoscenze affettivo-relazionali per la costruzione di un rapporto armonico con la vita e la realtà che li circonda accompagnandoli sin dai primi passi”.

    Le famiglie interessate potranno richiedere il link di collegamento comunicando il proprio indirizzo e-mail a [email protected].

    Le iscrizioni sono aperte fino al 7 maggio. Il modulo di iscrizione deve essere consegnato presso l’Ufficio Protocollo aperto tutti i giorni orario 8.30-12.30 / il lunedì e giovedì anche ore 15-18.30, email [email protected].

    I documenti e le informazioni necessari all’iscrizione, comprensivi di bando, regolamento e modulistica, sono disponibili sul sito internet www.sancascianovp.net.

    Per informazioni: Servizi educativi tel 055 8256271 aperto il lunedì e giovedì ore 8.30-12.30 / 16-18.30 e-mail: [email protected]. Ufficio U.R.P. Aperto tutti i giorni orario 8.30-12.30 / il lunedì e giovedì anche ore 15-18.30.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...